Il libro dell’arte di Cennino Cennini

Edizione critica e commento linguistico

Autori e curatori
Contributi
Sonia Chiodo, Giovanna Frosini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 424,      1a edizione  2019   (Codice editore 1940.10)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il libro dell’arte di Cennino Cennini Edizione critica e commento linguistico
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 45,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 34,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 34,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Tra i ricettari e i trattati tardomedievali di argomento artistico il Libro dell’arte di Cennino Cennini, pittore di discendenza giottesca, è senz’altro il più famoso. Si tratta del primo testo in volgare italiano sistematicamente dedicato alle tecniche pittoriche, dal disegno su carta all’affresco. Questa ricerca ne presenta una nuova edizione critica, corredata da un approfondito studio linguistico che prende in considerazione sia la particolare situazione stratificata che rispecchia la biografia dell’autore sia il ricco lessico che getta le basi della terminologia artistica moderna.

Presentazione del volume

Tra i ricettari e i trattati tardomedievali di argomento artistico il Libro dell'arte di Cennino Cennini, pittore di discendenza giottesca, è senz'altro il più famoso. Se Giotto in pittura "rimutò l'arte del dipignere di greco in latino", Cennini col suo trattato traduce il sapere orale di bottega in opera scritta. È il primo testo in volgare italiano sistematicamente dedicato alle tecniche pittoriche, dal disegno su carta all'affresco. L'opera esce in edizione critica dopo quasi novant'anni dalla benemerita edizione curata da Daniel V. Thompson del 1932. Il testo, criticamente fondato su due manoscritti fiorentini, il Laurenziano Plut. 78.23 e il Riccardiano 2190, è corredato da un approfondito studio linguistico che prende in considerazione sia la particolare situazione stratificata che rispecchia la biografia dell'autore, in cui convergono, sebbene in copia, tratti toscani e tratti veneti, sia il ricco lessico che getta le basi della terminologia artistica moderna.

Veronica Ricotta si è laureata in Storia della lingua italiana all'Università "La Sapienza" di Roma ed è assegnista di ricerca presso l'Università per Stranieri di Siena. Redattrice del Vocabolario dantesco, progetto dell'Accademia della Crusca, ha pubblicato alcuni saggi sul lessico, in particolare sulla terminologia artistica medievale; ha lavorato per la Scuola Normale di Pisa al progetto DiVo - Dizionario dei volgarizzamenti. Questo è il suo primo libro.

Indice

Premessa
Giovanna Frosini, Presentazione
Sonia Chiodo, Prefazione
(Introduzione
(Cennino Cennini: tessere biografiche; Che cos'è il Libro dell'arte?; Fortuna e sfortuna del Libro dell'arte)
Nota al testo
(Testimoni; Edizioni a stampa; Rapporti tra i testimoni; Costituzione del testo)
Commento linguistico
(Grafia; Fonetica; Morfologia; Sintassi; Note di testualità e pragmatica; Lessico e formazione delle parole)
Criteri di edizione
(Interventi editoriali)
Il Libro dell'arte di Cennino Cennini
Glossario selettivo
(Struttura della scheda)
Bibliografia
Indice dei nomi.