L’insegnante democratico

Una ricerca empirica sulle convinzioni degli studenti di Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Bologna

Autori e curatori
Contributi
Ira Vannini
Livello
Dati
pp. 170,      1a edizione  2019   (Codice editore 11311.3)

L’insegnante democratico. Una ricerca empirica sulle convinzioni degli studenti di Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Bologna
Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891798732

In breve

Garantire a tutti pari e significative opportunità di apprendimento si può ancora configurare come una delle priorità del nostro sistema scolastico contemporaneo. La didattica e i processi di insegnamento-apprendimento rappresentano le variabili-chiave su cui indirizzare l’attenzione degli studi in ambito pedagogico: il volume presenta un’indagine che ha permesso di riflettere su quali siano le variabili maggiormente collegate a convinzioni di insegnamento democratico dei futuri maestri di scuola dell’infanzia e scuola primaria.

Presentazione del volume

Garantire a tutti pari e significative opportunità di apprendimento si può ancora configurare come una delle priorità del nostro sistema scolastico contemporaneo. Se da decenni, a livello normativo, sono stati rimossi gli ostacoli per l'accesso ai percorsi d'istruzione occorre, oggi e sempre più, prestare grande attenzione alla qualità delle competenze di base acquisite e all'effettiva possibilità di imparare per tutti gli studenti e tutte le studentesse.
Le indagini internazionali degli ultimi 15 anni hanno evidenziato come la variabile "insegnante" sia particolarmente importante per comprendere le differenze, da un lato, tra risultati di apprendimento degli studenti e, dall'altro, tra usi più o meno innovativi di pratiche didattiche e valutative in classe. Senza dimenticare il ruolo enorme che sull'efficacia del sistema scolastico giocano le variabili connesse agli aspetti socio-economici e culturali di provenienza degli studenti e ulteriori aspetti di macro-sistema politico, occorre evidenziare che la didattica e i processi di insegnamento-apprendimento rappresentano le variabili-chiave su cui indirizzare l'attenzione degli studi in ambito pedagogico, al fine di promuovere un'effettiva costruzione di apprendimenti significativi dentro le scuole e garantire qualità ed equità del nostro sistema scolastico.
I temi del teacher change e delle convinzioni pedagogiche degli insegnanti sono a questo proposito molto rilevanti per individuare possibilità reali di agire sul miglioramento delle pratiche didattiche dei docenti. Ma come promuovere convinzioni pedagogico-didattiche dei futuri insegnanti orientate ad un'idea di scuola dove tutti possano avere uguali opportunità di apprendimento? E quale formazione può aiutare a costruire convinzioni democratiche sull'insegnamento?
Il volume presenta un'indagine empirica svolta su due coorti di studenti all'interno del corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria dell'Università di Bologna.
L'indagine ha permesso di riflettere su quali siano le variabili maggiormente collegate a convinzioni di insegnamento democratico dei futuri maestri di scuola dell'infanzia e scuola primaria e come, nel tempo, il nuovo curricolo (DM 249/2010) del suddetto Corso di Laurea stia riuscendo a influenzare la progressiva costruzione di queste importanti convinzioni che sostengono un'idea di didattica per l'apprendimento di tutti.

Andrea Ciani è dottore di ricerca in Pedagogia Sperimentale e attualmente assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione "G.M. Bertin" dell'Alma Mater dell'Università di Bologna, dove svolge ricerche nell'ambito della formazione degli insegnanti e della professionalità docente, utilizzando metodologie di tipo quantitativo e percorsi di Ricerca-Formazione all'interno delle scuole e con gli insegnanti.

Indice

Ira Vannini, Prefazione
Introduzione
Parte I. Insegnare nella prospettiva democratica: convinzioni e pratiche
Le convinzioni di insegnamento democratico
(Sulle convinzioni e della loro importanza in ambito educativo e didattico; Le convinzioni degli insegnanti sull'insegnamento; Le convinzioni di insegnamento democratico: origini e prospettiva teorica nella letteratura mondiale; Le convinzioni democratiche nella ricerca empirica in ambito educativo: il grande contributo dei Paesi Orientali)
Convinzioni che guidano prassi: modelli consolidati ed emergenti di insegnamento democratico
(Condizioni per un insegnamento democratico; La metodologia dell'insegnamento individualizzato: il ruolo centrale della funzione diagnostico-formativa della valutazione; I modelli Culturally Responsive Teaching e dell'Inviting School; L'educazione radicale come alternativa democratica; Universal Design for Learning e "La Classe Giraffa")
Parte II. Una ricerca empirica sulle convinzioni d'insegnamento democratico dei futuri insegnanti
Il disegno della ricerca
(Premesse teoriche e interrogativi della ricerca; Obiettivi e disegno della ricerca; La Terza fase della ricerca: l'indagine osservativa e correlazionale sulle convinzioni di insegnamento democratico; Ipotesi e altri aspetti metodologici dell'indagine)
Il CDL in Scienze della Formazione Primaria: alcuni elementi di un curricolo per gli insegnanti
(Un curricolo nazionale per la formazione iniziale dei maestri e delle maestre; Le opinioni dei neo Laureati SFP e le prospettive occupazionali attraversi i dati AlmaLaurea; L'approccio bolognese alla formazione iniziale degli insegnanti; Il percorso teorico-esperienziale per apprendere una didattica che "non lascia indietro nessuno"; Le opinioni degli studenti sul Corso SFP bolognese)
Le due coorti a confronto
(Dati anagrafici e percorso formativo degli studenti delle due coorti; Il background socio-culturale dei genitori degli studenti)
Osservare le convinzioni di insegnamento democratico in una prospettiva longitudinale
(Note metodologiche iniziali; Il Contrasto all'ideologia delle doti naturali; La Fiducia nella didattica; La Funzione Formativa della valutazione; Indice e Livello di convinzioni d'insegnamento democratico)
Valutazione del curricolo SFP
(Percezioni di competenza; Volontà di riscriversi al Corso SFP; Un focus sulla coorte del quinto anno: il ruolo dell'esperienza di tirocinio e della motivazione alla professione; Proposte operative per sostenere le convinzioni democratiche per insegnanti pre e in service)
Immagini della professione docente e convinzioni d'insegnamento democratico
(Immagini della professione: tra autoreferenzialità e riflessività; Le correlazioni tra Immagini della professione docente e Indice di convinzione di insegnamento democratico; Proposte operative per sostenere le convinzioni democratiche per insegnanti pre e in service)
Visioni sulla progettazione didattica e convinzioni d'insegnamento democratico
(Progettare la didattica: tra utilità e inutilità; Le Visioni della progettazione secondo le due coorti; La correlazione tra le due Visioni e l'Indice di convinzioni di insegnamento democratico; Proposte operative per sostenere le convinzioni democratiche per insegnanti pre e in service)
Un approfondimento nella coorte del secondo anno: motivazioni all'insegnamento e convinzioni d'insegnamento democratico
(Motivazioni all'insegnamento: tra utilitarismo, vocazione e funzione sociale; Le correlazioni tra le Motivazioni all'insegnamento e l'Indice di convinzione di insegnamento democratico; Proposte operative per sostenere le convinzioni democratiche per insegnanti pre e in service)
Il profilo proattivo dell'insegnante pre-service e le convinzioni d'insegnamento democratico
(Verso la definizione del Profilo; Il Profilo proattivo dello studente; Per un profilo ostativo alle convinzioni di insegnamento democratico; Proposte operative per sostenere le convinzioni democratiche per insegnanti pre e in service)
Convinzioni di insegnamento democratico e strategie per promuoverle
(Verifica delle ipotesi della ricerca; Strategie per promuovere convinzioni di insegnamento democratico per insegnanti pre e in service)
Riferimenti bibliografici.