L'attimo vincente

Saggio sull'insegnamento. Con un’antologia di testi per l’autoformazione

Autori e curatori
Contributi
Giorgio Chiosso
Argomenti
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 144,      1a edizione  2020   (Codice editore 1108.1.36)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

L'attimo vincente Saggio sull'insegnamento. Con un’antologia di testi per l’autoformazione
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891799708

In breve

Cosa succede quando l’insegnante entra in classe, va alla cattedra e comincia a far lezione? Questo saggio intende contribuire, nella prospettiva di ricerca e formazione della Teacher Education, allo sviluppo della sensibilità che occorre per cogliere e valorizzare, nell’esercizio dell’insegnamento – e, per così dire, dall’interno delle condizioni in cui esso si svolge oggi, cioè fra molte difficoltà –, i tratti che ne fanno qualcosa di profondamente unitario.

Presentazione del volume

"Tutto dipende da ciò che accade in quell'istante che apre la classe ogni giorno" (M. Zambrano).
Che cosa succede quando l'insegnante entra in classe, va alla cattedra e comincia a far lezione? È possibile riconoscere, prendere in mano e cercare di comporre in modo costruttivo, con metodo, la quantità di variabili che entrano in gioco ogni volta che si varca la porta dell'aula e si accende il rapporto con alunni e studenti?
I lettori non troveranno in queste pagine analisi dettagliate dei processi d'insegnamento e di apprendimento, né la descrizione di competenze, metodologie e strategie più o meno innovative da introdurre nella propria didattica, già oggetto di numerosi volumi disponibili. Questo saggio intende invece contribuire, nella prospettiva di ricerca e formazione della Teacher Education, allo sviluppo di un'altra attitudine non meno importante: la sensibilità che occorre per cogliere e valorizzare, nell'esercizio dell'insegnamento - e, per così dire, dall'interno delle condizioni in cui esso si svolge oggi, cioè fra molte difficoltà - i tratti che ne fanno qualcosa di profondamente unitario.
I testi riportati nella seconda parte del saggio offrono la possibilità di tornare sui vari passaggi o argomenti, per approfondirli insieme ad alcune figure e voci autorevoli della cultura, dell'educazione e della pedagogia contemporanee, e trarne così liberamente ulteriori input per la propria formazione.

Carlo M. Fedeli
insegna Storia della pedagogia e Pedagogia della scuola e dell'insegnamento nell'Università di Torino.

Indice

Giorgio Chiosso, Prefazione
Introduzione
Parte I. María Zambrano, "Tutto dipende da ciò che accade in quell'istante che apre la classe ogni giorno"
Che cosa succede quando entro in classe, vado alla cattedra e comincio a far lezione?
(Il problema - e la genesi dell'ipotesi; L'ipotesi di lavoro: la prima mossa)
Una formazione all'altezza della questione
(Una molteplicità di variabili, da prendere molto sul serio; Il carattere artistico dell'insegnamento; La profondità di campo della relazione d'aula; La significatività dell'apprendimento; L'aula come spazio poetico)
Un'apertura di orizzonti
(I passaggi che hanno fatto più discutere e riflettere; Un versante della domanda-guida, ancora tutto da esplorare; L'atteggiamento "senza del quale non c'è vera educazione"; Quale concezione dell'insegnamento e dell'educazione ciascuno si porta addosso?; Collocare la soluzione tecnica dei problemi in un orizzonte più vasto della sola tecnica)
"Un uomo? Come faceva un uomo a fare il maestro?"
(La riduzione in chiave funzionalista dell'autorevolezza dell'insegnante; "Be', spiegava le cose ai ragazzi e alle ragazze, dava dei compiti da fare a casa e faceva delle domande"; L'opzione di fondo e i passi necessari per smarcarsi dalla riduzione)
I verbi "amici" dell'insegnare
(Un certo tipo di verbi; Incontrare; Scorgere; Dispiegare; Un ethos "generativo")
Per continuare. "Sta andando a scuola, ma non sa dove sta andando"
Parte II. Testi per l'autoformazione
M. Knowles, L'adulto e il suo caratteristico modo di apprendere
D.A. Schön,
La riflessione nel corso dell'azione
D.P. Ausubel,
La significatività dell'apprendimento
H. Arendt,
La crisi dell'istruzione
P. Meirieu,
Che cos'è dunque un bambino?
A. MacIntyre,
Identità, cultura e storia
I. Asimov,
"Un uomo? Come faceva un uomo a fare il maestro?"
D. Pennac,
La scoperta della pietra filosofale
R. Guardini,
L'educazione come sviluppo, inserimento, incontro
J. Derbolav,
Il "tatto" pedagogico
L. Milani,
"Una parola da nulla diventava un mondo..."
M. Recalcati,
La potenza generativa della Scuola
A. Bajani,
L'era del "Rinuncianesimo"
Bibliografia.