Home Sweet Home

Un quadro pedagogico sulle pratiche abitative contemporanee delle persone con disabilità

Autori e curatori
Contributi
Riccardo Massa, Raffaele Monteleone, Cristina Palmieri
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 158,      1a edizione  2020   (Codice editore 565.2.9)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Home Sweet Home Un quadro pedagogico sulle pratiche abitative contemporanee delle persone con disabilità
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835106661
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835103257
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Oggi alcune persone con disabilità/fragilità accedono al diritto di scegliere dove e con chi abitare (Art. 19 della Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità). Perché questo e altri diritti siano effettivamente accessibili a tutti, è cruciale ricostruire da dove prende origine la significazione sociale attuale della disabilità come pure del sistema articolato di dispositivi disciplinari e di controllo che fonda l’abilismo, come ci ha insegnato Riccardo Massa, di cui, nel ventennale della scomparsa, si ripubblica un saggio dedicato alla residenzialità e alla corporeità tra psichiatria e pedagogia.

Presentazione del volume

Questo testo nasce da anni di lavoro sul campo sul tema dell'abitare delle persone con disabilità per provare a rispondere a queste domande: come ci si accorge che sta cambiando qualcosa nel modo di abitare delle persone adulte con disabilità? A quali condizioni oggi si può pensare, progettare e realizzare una casa che non sia un dispositivo disciplinare? Un percorso etnografico ricostruisce la filiera dei servizi presente in Lombardia e ne individua anche delle brecce sperimentali: da queste, sono raccolte le voci di persone con disabilità in una narrazione polifonica di gesti ed esperienze di Vita Indipendente. Sono incidenti o tracce di futuro?
Oggi alcune persone con disabilità/fragilità accedono al diritto di scegliere dove e con chi abitare (Art. 19 della Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità). Perché questo e altri diritti siano effettivamente accessibili a tutti, è cruciale ricostruire da dove prende origine la significazione sociale attuale della disabilità come pure del sistema articolato di dispositivi disciplinari e di controllo che fonda l'abilismo (chi è abile, chi è a norma), come ci ha insegnato Riccardo Massa.
Nella seconda parte di questo percorso, nel ventennale della sua scomparsa e con il prezioso aiuto dell'editore, si ripubblica un saggio di Massa dedicato alla residenzialità e alla corporeità tra psichiatria e pedagogia: questo saggio è il riferimento primo di questo testo, poiché mette all'opera lo stile e lo sguardo clinico per guardare residenzialità e abitabilità. Inoltre, sono presenti due contributi, uno su possibili linee di fuga in chiave pedagogica e l'altro che dialoga con le politiche sociali sull'abitare, per fare il punto, a oggi, su possibili e praticabili risposte alle domande di partenza.

Paola Marcialis è pedagogista, socia fondatrice del Centro Studi Riccardo Massa. È cultrice di Pedagogia dell'Inclusione Sociale e docente a contratto presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione "Riccardo Massa" dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca. Tra le sue pubblicazioni per FrancoAngeli: L'Arte della domanda (2005) e, a sua cura, Educare e ricercare (2015).

Indice

Introduzione
Parte I. Tra residenzialità e abitabilità
Etnografia della residenzialità
(La filiera dei servizi; Brecce di sperimentazione nella filiera; Una funzione acceleratrice di processi, il monitoraggio)
Genealogia della abitabilità
(Saperi e poteri intorno al diritto alla scelta della propria casa; Il dispositivo residenziale e il tema della normalità/differenza; Sacche di passato, anticipazioni di futuro: verso l'abitare)
Attrezzare lo spazio dove si è per trasformarlo in casa
(Le condizioni per il cambiamento di una RSD; Generare un altro modo di pensare i soggetti e la cura; Nuove architettoniche)
Parte II. Verso casa
Poter aver casa
Riccardo Massa, Residenzialità e corporeità tra psichiatria e pedagogia
Paola Marcialis, Raffaele Monteleone, Dialogo tra una pedagogista e un sociologo sull'abitare
Cristina Palmieri,
Postfazione
Riferimenti bibliografici.