Una nuova frontiera al centro dell'Europa

Le Alpi e la dorsale cattolica (sec. XV-XVII)

Autori e curatori
Contributi
Elisabetta Canobbio, Cristina Giulia Codega, Paolo Cozzo, Federico Del Tredici, Massimo Della Misericordia, Claudia Di Filippo Bareggi, Catherine Martin, Frédéric Meyer, Simona Negruzzo, Chiara Povero
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 324,      1a edizione  2020   (Codice editore 1573.470)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Una nuova frontiera al centro dell'Europa Le Alpi e la dorsale cattolica (sec. XV-XVII)
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 38,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 31,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 31,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Si deve a René Taveneaux aver richiamato l’attenzione degli studiosi sulla nuova frontiera che, con l’assestarsi degli sconvolgimenti provocati dalla Riforma protestante, venne a tagliare l’Europa a partire dal Cinquecento, frontiera caratterizzata da un cattolicesimo di confine dai marcati tratti comuni che ha spinto a parlare di dorsale cattolica. Il presente volume raccoglie lo stimolo di Taveneaux, concentrando però l’analisi su una sezione specifica di quella nuova area di frontiera: le Alpi.

Presentazione del volume

Si deve a René Taveneaux aver richiamato l'attenzione degli studiosi sulla nuova frontiera che, con l'assestarsi degli sconvolgimenti provocati dalla Riforma protestante, venne a tagliare l'Europa a partire dal Cinquecento.
Tale linea - per quanto concerne quei paesi che, pur non senza tentennamenti e occasionali resistenze, rimasero fedeli alla Chiesa di Roma - parte dai Paesi Bassi Meridionali, scende per Lorena, Franca Contea, Rodano e, dopo aver fatto perno sulla Savoia, giunge in ultimo al Milanesado. Queste zone, sempre secondo Taveneaux, sebbene assai diverse per lingua, situazione politica e condizioni economiche e geografiche, furono caratterizzate da un cattolicesimo di confine dai marcati tratti comuni; da qui il suo invito a studiarle di concerto e la proposta di racchiuderle sotto la definizione collettiva di dorsale cattolica.
Il presente volume raccoglie lo stimolo di Taveneaux, concentrando però l'analisi su una sezione specifica di quella nuova area di frontiera: le Alpi.
Non si tratta di una ricerca innovativa solo da un mero punto di vista geografico: essa fissa infatti lo sguardo su un periodo (suppergiù dal Quattrocento alla pace di Vestfalia) precedente a quella "crisi giansenista" che è stata l'oggetto principale d'indagine di chi s'è occupato sinora della dorsale cattolica. Sono del resto soprattutto le spiccate specificità di una zona di montagna posta al crocevia di mondi assai differenti che invitano a riflettere sull'effettivo impatto del cattolicesimo controriformistico e non piuttosto sull'importanza di peculiarità già evidenziatesi in quello tardo-medievale.

Scritti di: E. Canobbio, C.G. Codega, P. Cozzo, M. Della Misericordia, F. Del Tredici, C. di Filippo Bereggi, C. Martin, F. Meyer, S. Negruzzo, C. Povero, F. Zuliani.

Federico Zuliani (1983) ha studiato presso le università di Milano, Copenaghen e Londra ed è al momento dottorando presso l'Università di Torino. Si occupa di storia religiosa del lungo Cinquecento e in particolare di protestantesimo italofono.

Indice

Federico Zuliani, Introduzione
Tavola delle abbreviazioni
Parte I. Vescovi dentro e oltra la propria diocesi
Frédéric Meyer, Un évêque "précaire" aux XVIe et XVIIe siècles: l'évêque de Genève en exil à Annecy (1533-1602)
Claudia di Filippo Bareggi, Fra Lombardia, Confederazione Elvetica e Leghe Grigie: la Milano borromaica al di là dei confini...
Parte II. Sacerdoti tra elezioni e chiese collegiate
Federico Del Tredici, Alla ricerca del "proprius sacerdos". Giuspatronati popolari e forza delle comunità (Milano e contado, secoli XIV-XV)
Massimo Della Misericordia, Il prete del comune e l'ufficio della cura d'anime in diocesi di Como nel tardo medioevo
Elisabetta Canobbio, "Pro bono et utile et honore prefate ecclesie": la statuizione delle chiese collegiate in diocesi di Como (1437-1545)
Parte III. Ai confini del caso sabaudo
Chiara Povero, L'Abbazia di Santa Maria di Pinerolo nel Cinquecento: un profilo degli abati che ressero l'abbazia dal 1433 al 1590
Paolo Cozzo, Tra impegno pastorale, erudizione ecclesiastica e ruolo politico: Paolo Brizio (1597-1665), vescovo di Alba, storiografo e confessore alla corte sabauda
Catherine Martin, La Compagnie du Saint-Sacrement et le pouvoir à Grenoble au milieu du XVIIe siècle
Parte IV. Il multiforme caso grigione
Simona Negruzzo, "Resistere alli lupi luterani": i collegi gesuitici di Ponte e di Bormio
Cristina Giulia Codega, Una valle alpina alle prese con la stregoneria: Poschiavo tra XVII e XVIII secolo
Federico Zuliani, "Stampæda in Milaun": prime indagini sulle edizioni milanesi in retoromancio per la riconversione dei Grigioni (1611-1626)
Indice dei nomi.