Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Generare tra la vita e la morte

A cura di: Claudia Mattalucci, Roberta Raffaetà

Generare tra la vita e la morte

Aborto e morte perinatale in una prospettiva multidisciplinare

Le discipline sanitarie e le scienze sociali hanno descritto in maniere diverse le perdite in gravidanza. L’arte, con i propri linguaggi, ha catturato le emozioni vissute dalle coppie. Questo volume mette insieme queste diverse prospettive attraverso contributi che riflettono sulle perdite perinatali da un punto di vista storico, antropologico, medico, psicologico e statistico, rappresentando le esperienze di perdita anche attraverso la poesia e la fotografia.

Edizione a stampa

22,00

Pagine: 162

ISBN: 9788835108849

Edizione: 1a ristampa 2022, 1a edizione 2020

Codice editore: 1370.54

Disponibilità: Buona

Pagine: 162

ISBN: 9788835113218

Edizione:1a edizione 2020

Codice editore: 1370.54

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Aborti spontanei, morti in utero e perinatali sono processi fisiologici inscindibili dalla loro definizione culturale e storica. Questi eventi complessi sono vissuti in modi differenti a seconda delle conoscenze disponibili, del tipo di presa in carico di cui sono oggetto, così come della biografia e della storia familiare e riproduttiva di coloro che ne sono affetti. Le discipline sanitarie e le scienze sociali hanno descritto in maniere diverse le perdite in gravidanza. L'arte, con i propri linguaggi, ha catturato le emozioni vissute dalle coppie.
Questo volume mette insieme queste diverse prospettive attraverso contributi che riflettono sulle perdite perinatali da un punto di vista storico, antropologico, medico, psicologico e statistico, rappresentando le esperienze di perdita anche attraverso la poesia e la fotografia.
Raccogliere questi contributi non ha soltanto significato realizzare un "prodotto" editoriale, ma avviare un processo che si è sviluppato al confine tra discipline, linguaggi, sguardi, esperienze e sensibilità. Ci auguriamo che l'esito parziale che qui presentiamo possa continuare a crescere nelle esistenze di chi leggerà il volume.

Claudia Mattalucci, antropologa, è ricercatrice presso l'Università di Milano-Bicocca dove insegna Antropologia della parentela e di genere. Si occupa di antropologia del corpo, di riproduzione e aborto. È autrice di diversi saggi dedicati a questi temi.

Roberta Raffaetà, antropologa, si occupa delle intersezioni tra antropologia della salute, della scienza e dell'ambiente, con particolare attenzione alle loro implicazioni socio-politiche. Ha lavorato come docente e ricercatrice in varie università in Italia e all'estero (UCLA, Losanna, Monash Melbourne) e attualmente presso il Dipartimento di Beni Culturali a Ravenna dell'Università di Bologna.

Claudia Mattalucci, Roberta Raffaetà, Generare al confine tra la vita e la morte: la morte perinatale in una prospettiva multidisciplinare
(Bibliografia)
Elisabetta Dall'Ò, I bambini del limbo e il ritorno alla vita: il caso storico dei Santuari a répit
(Luoghi e viaggi di anime; L'importanza del battesimo e il limbo dei bambini; I santuari a répit; Diffusione sul territorio valdostano; Il santuario di Machaby; Il rito; Conclusioni; Bibliografia)
Alessandra Gissi, Aborto spontaneo e procurato in una prospettiva storica (1880-1940)
(Il segreto del ventre; Verso un disciplinamento della nascita; Il ventre della Nazione; Aborti spontanei e procurati; Conclusioni; Bibliografia)
Marzia Loghi, Alessia D'Errico, Definizioni e dati sull'abortività, la natimortalità e la mortalità perinatale
(Introduzione; Definizioni e rilevazione degli eventi; Conclusioni; Bibliografia)
Claudia Ravaldi, Delle attese e dei confini: viaggio ai confini della maternità
(Genitori di confine; Il terapeuta sul confine; I confini del lutto perinatale: una cornice teorica; Oltre i confini: prospettive di intervento psicosociale; Bibliografia)
Carla de Falco, Poesie
(seduta; incubando incubi; raschia vento; dissolvenze)
Alessandra Fuccillo, Madri Sospese, fotografie
(Alessandra; Luana; Tiziano e Alessia; Francesca; Lorenza)
Cristina Zanardini, Sonia Zatti, Poliabortività: il punto di vista del ginecologo
(Bibliografia)
Angela Paterno, L'ostetrica e la vita che muore
(Introduzione; L'aborto spontaneo; La morte perinatale; Il bambino; L'ostetrica e la sua competenza nella perdita; Conclusioni; Bibliografia)
Claudia Mattalucci, Nostalgia del futuro: tra memorie incarnate e fantasie disattese
(Lutto perinatale e biosocialità; Il tempo dell'attesa; La perdita, il lutto e il tempo; Trasformazioni e nostalgia; Conclusioni; Bibliografia)
Roberta Raffaetà, Perdite e stato di liminalità: un'autoetnografia tra precarietà riproduttiva e precarietà lavorativa
(Introduzione; La gravidanza come stato liminare; La perdita in gravidanza come esperienza di liminalità; Il liminoide; Conclusioni; Bibliografia)
Le autrici.

Contributi: Elisabetta Dall'O', Carla De Falco, Alessia D'Errico, Alessandra Fuccillo, Alessandra Gissi, Marzia Loghi, Angela Paterno, Claudia Ravaldi, Cristina Zanardini, Sonia Zatti

Collana: Scienze e salute

Argomenti: Infanzia: psicologia, psicopatologia e clinica - Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere - Sociologia della salute - Bambini, genitori

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche