Libertà in educazione

Percorsi teorici

Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 166,      1a edizione  2020   (Codice editore 1154.17)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Libertà in educazione Percorsi teorici
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835109303

In breve

Il volume si propone di attraversare le antinomie del discorso pedagogico sulla libertà, nel tentativo di promuovere un processo di problematicizzazione che, attraverso una consapevolezza filosofia, garantisca, rispetto alla libertà in educazione ed alla educazione alla libertà, soprattutto nell’esperienza educativa, risoluzioni razionali aperte alla dimensione del possibile, promuovendo un atteggiamento teoretico e pratico foriero di impegno etico-razionale.

Presentazione del volume

La libertà in chiave educativa ha sempre rappresentato, per le innumerevoli e complesse riflessioni a cui ha dato adito, una questione di fondamentale importanza, difficilmente leggibile in chiave unitaria.
In tal senso il volume si propone di attraversare le antinomie del discordo pedagogico sulla libertà, proprio nel tentativo di promuovere un processo di problematicizzazione che, attraverso una consapevolezza filosofia, garantisca, rispetto alla libertà in educazione ed alla educazione alla libertà, soprattutto nell'esperienza educativa, risoluzioni razionali aperte alla dimensione del possibile, promuovendo un atteggiamento teoretico e pratico foriero di impegno etico-razionale.
Da qui la necessità di un dialogo tra pedagogia e filosofia, così come tra pedagogia e neuroscienze. Riflettere infatti sulle radici biologiche della libertà e sulla origine della coscienza nell'ambito delle neuroscienze non soltanto ci permette laportianamente di porre la libertà come 'assoluto pedagogico' ma ci consente altresì, nel dialogo paidetico tra discipline differenti e nella trasversalità della ricerca, di porre in primo piano la fondamentalità di una pedagogia la cui dimensione teoretica si declini sempre più in una riflessione razionale che funga da guida a una pratica intenzionalmente volta ad un'educazione alla e rispettosa della libertà dell'educando.

Mariarosaria De Simone è ricercatrice presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II dove insegna Pedagogia dei processi di apprendimento e conduce il laboratorio di Metodologia dell'intervento clinico pedagogico. Ha pubblicato, oltre a numerosi articoli in riviste scientifiche, le monografie Coltivare la presenza (Napoli, 2016) e L'autoconsapevolezza tra Oriente e Occidente. Una prospettiva pedagogica (Napoli, 2018).

Indice

Introduzione
Libertà: dialogo tra pedagogia e filosofia
(Autonomia vs Eteronomia e "Libertà di" vs "Libertà da": un confronto proficuo; Intrapersonale vs interpersonale: progettarsi "praticamente" in direzione di differenza)
Neuroscienze e libertà
(Alle radici biologiche della libertà; Riflessioni sul determinismo: siamo programmati per cambiare; Il contributo delle neuroscienze al "libero arbitrio"; Neuroscienze e filosofia sperimentale: le ricerche influenzano le nostre scelte?; Naturalmente buoni: alle radici biologiche delle scelte etiche e delle condotte morali; Il ruolo della coscienza nell'evoluzione della libertà)
Libertà ed educazione
(L'educabilità del sistema mente-cervello: la "coscienza" di essere liberi; La libertà topos "fondativo" dell'apprendimento e dell'esperienza educativa)
Riflessioni conclusive
Riferimenti bibliografici.