Lontani, per quanto

Pensieri e azioni educative nel mondo sospeso

Contributi
Massimo Aspesani, Emilio Bertoncini, Giusi Caliri, Maria de Biase, Maria Teresa Di Riso, Enza Galluzzo, Valentina Guastini, Giovanna Laguaragnella, Francesca Lepori, Emanuela Marsura, Antonella Meiani, Antonio Panella, Paola Tonelli, Carolina Vergerio
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 216,      1a edizione  2021   (Codice editore 515.3)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Lontani, per quanto Pensieri e azioni educative nel mondo sospeso
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola secondaria di secondo grado e, ancora, fino ad esperienze di educazione extrascolastica in natura o con il teatro, questo libro vuole non solo raccontare ciò che è accaduto in questi mesi stravolti dalla pandemia, ma soprattutto offrire ai lettori uno spunto per una riflessione pedagogica e didattica radicale, ossia sulle radici a cui ciascuno attinge nell’accompagnare bambini e ragazzi nella crescita e nell’apprendimento: in presenza come a distanza.

Presentazione del volume

Il 23 febbraio 2020 chiudevano le scuole di ogni ordine e grado in diverse regioni italiane. Poche settimane dopo iniziava per tutti i bambini e i ragazzi italiani un lungo periodo di DAD (Didattica a Distanza, su cui tantissimi hanno espresso le loro perplessità o considerazioni) e LEAD (Legami Educativi a Distanza, la definizione data per tutte le modalità adottate in quel periodo per la fascia di età compresa tra gli 0 e i 6 anni) acronimi che li avrebbero accompagnati fino alla fine dell'anno scolastico. Insegnanti, genitori, giovani e i più piccoli catapultati di colpo in un mondo sconosciuto di fare scuola e di stare al mondo.
Per molti quell'esperienza è ripresa nell'autunno del 2020 dopo pochi o pochissimi giorni di scuola in presenza, l'acronimo è cambiato in DDI (Didattica Digitale Integrata) ma le domande aperte sulla relazione educativa e sull'apprendimento sono rimaste senza una definitiva risposta.
Questa epoca che declina la pandemia in tante forme di vita da reinventare, ha svelato e reso visibile alla comunità tutta ciò che prima potevano essere visioni e pratiche di insegnamento e apprendimento in qualche modo sottotraccia. A tutti è risultato più chiaro cosa ciascuno intendesse per "fare ed essere scuola".
Queste pagine raccolgono riflessioni ed esperienze di insegnanti, di una coraggiosa dirigente scolastica e di educatori che in quei mesi ed ancora oggi cercano di dare una risposta intenzionale, alta e profonda a quella domanda. Sono le voci di chi si è chiesto cosa fosse essenziale tenersi stretto anche senza poter abitare l'aula con i propri alunni, le voci di chi ha cercato di abitare le distanze senza lasciare che esse diventassero muri.
Dalla scuola dell'infanzia fino alla scuola secondaria di secondo grado e, ancora, fino ad esperienze di educazione extrascolastica in natura o con il teatro, questo libro vorrebbe non solo raccontare ciò che è accaduto in quei mesi e che ancora può essere di supporto a chi si troverà a progettare una scuola senza la possibilità della presenza quotidiana ma, soprattutto, offrire ai lettori uno spunto per una riflessione pedagogica e didattica radicale, ossia sulle radici a cui ciascuno attinge nell'accompagnare bambini e ragazzi nell'imparare e crescere, sempre: in presenza come a distanza.

Il testo è curato da Sonia Coluccelli e Carlo Ridolfi e realizzato con il contributo di insegnanti e professionisti dell'educazione che collaborano con Rete di Cooperazione Educativa - "C'è speranza se accade@".

Indice

Carlo Ridolfi, Presentazione
Sonia Coluccelli,
Introduzione
Parte I. Una sola famiglia è il mondo intero. Esperienze e riflessioni dalla scuola dell'infanzia
Enza Galluzzo, Bambine e bambini in una scuola a Urbino
Giusi Caliri, Emanuela Marsura, Tenere stretti i legami
Parte II. Dall'aula al pianeta. Esperienze e riflessioni dalla scuola primaria
Sonia Coluccelli, Il bambino costruttore e il cerchio: fare ed essere scuola attiva sempre
Valentina Guastini,
Il lavoro quotidiano con i bambini e le bambine
Giovanna Laguaragnella,
Antonella Meiani, Una scuola a Milano: l'esperienza della Trotter dai bambini gracili di un secolo fa alla fragilità sociale di oggi
Parte III. Oltre i confini dell'aula. Esperienze e riflessioni dalla scuola secondaria di primo grado
Carolina Vergerio, Entrare nelle stanze dei preadolescenti
Parte IV. Connessioni e ponti tra generazioni. Esperienze e riflessioni dalla scuola secondaria di secondo grado
Maria Teresa Di Riso, Imparare insieme ai ragazzi e alle ragazze
Parte V. Organizzare la vita educativa della comunità
Sonia Coluccelli, Patto educativo e valutazione: la triangolazione necessaria e (im)possibile guardando ai bambini
Parte VI. Una scuola più grande, per i piccoli e non solo
Paola Tonelli, Spazi aperti difficili
Francesca Lepori,
Outdoor education come risorsa in tempo di pandemia. Una scuola speciale per tutte e tutti
Maria de Biase,
Mio studente che guardi il mondo
Parte VII. La scuola, la strada, la piazza. Esperienze e riflessioni dal mondo degli educatori
Massimo Aspesani, L'arte di oltrepassare pareti. Adeguare un progetto educativo dentro un tempo di sospensione delle attività in presenza. Piccole note per ripartire
Antonio Panella,
Risollevare il sipario
Emilio Bertoncini,
Ritrovare la strada del bosco
Sonia Coluccelli,
Appendice. Stai al tuo posto! Il rischio della distanza non solo fisica e il compito della scuola.