Su ponti leggermente costruiti

Considerazioni intermedie su menti e istituzioni

Autori e curatori
Contributi
Giuliano Amato
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 218,      1a edizione  2021   (Codice editore 489.6)

Su ponti leggermente costruiti Considerazioni intermedie su menti e istituzioni
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,00
Disponibilità: Limitata





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Il passaggio al postmoderno segna una sfida radicale per la normatività delle istituzioni. Questo saggio ci guida in un percorso analiticamente molto sofisticato alla ricerca di istituzioni futuribili, caratterizzate da leggerezza, velocità, apprendimento, responsiveness, sostenibilità, capacitazione. Ci conduce su ponti leggermente costruiti, sospesi su quell’eterno gioco ricorsivo tra menti e istituzioni che definisce il feasible set. Qui lo “struttural-umanismo” di Donolo cerca margini di autonomia per una progettualità processuale che può permettere di evitare i punti di catastrofe di cui l’evoluzione spontanea dei sistemi complessi potrebbe non essere scevra.

Presentazione del volume

Il passaggio al postmoderno segna una sfida radicale per la normatività delle istituzioni. Emergono nuove materie sociali e si afferma la dinamica fagocitante del self-interest sulle altre passioni umane. Mutano vorticosamente appartenenze, identificazioni, legami sociali, modo di lavorare. Persino il corpo e la mente sono sottoposti a tensioni imprevedibili, tra biotecnologie e realtà virtuali. Sono pensabili sistemi regolativi capaci di trattare questa complessità?
Il saggio di Donolo - un testo a carattere interlocutorio, come lo definisce l'autore - ci guida in un percorso analiticamente molto sofisticato alla ricerca di istituzioni futuribili, caratterizzate da leggerezza, velocità, apprendimento, responsiveness, sostenibilità, capacitazione. Ci conduce su ponti leggermente costruiti, sospesi su quell'eterno gioco ricorsivo tra menti e istituzioni che definisce il feasible set. Qui lo "struttural-umanismo" di Donolo cerca (e forse trova) margini di autonomia per una progettualità processuale che può permettere di evitare i punti di catastrofe di cui l'evoluzione spontanea dei sistemi complessi potrebbe non essere scevra; o per lo meno di provarci.

Carlo Donolo è stato professore ordinario di Sociologia economica presso la Sapienza Università di Roma. Ha studiato all'Università di Pisa come allievo del Collegio Medico-Giuridico, oggi Scuola superiore Sant'Anna. Negli anni '60 ha svolto attività di ricerca presso l'Institut für Sozialforschung di Francoforte con Jürgen Habermas, le cui opere ha contribuito a introdurre in Italia. Ha lavorato a lungo sui problemi del Mezzogiorno, dello sviluppo locale e dell'innovazione. Al centro dei suoi interessi sono stati i temi della democrazia, delle istituzioni e delle politiche pubbliche (Il sogno del buon governo, Anabasi, 1992; L'intelligenza delle istituzioni, Feltrinelli, 1997; Il futuro delle politiche pubbliche, Bruno Mondadori, 2006; Sostenere lo sviluppo, Bruno Mondadori, 2007; L'arte di governare, Donzelli, 2012; Affari pubblici, FrancoAngeli, 2017).

Indice

Giuliano Amato, Prefazione. Sui ponti leggermente costruiti il futuro delle democrazie
Premessa
Sezione I. La mente in azione
Considerazioni preliminari
Materie sociali e passioni istituzionali
Menti e istituzioni
(Mente-istituzione; Riflessività)
Azioni e regole
(Azioni e regole 1; Azioni e regole 2)
Dilemmi decisionali
Obbedienza intelligente e ordine/disordine sociale
Sezione II. Universi e contesti
Beni comuni: istituzioni per una tragedia
Interesse come materia e passione istituzionale
Norme e poteri
Tra cognitivo e normativo: costrutti intelligenti
Mondi artificiali e realtà virtuali
Forme di intelligenza istituzionale
Sezione III. Processi e forme
Evoluzione normativa e mutamento istituzionale
Genesi di istituzioni
Varietà istituzionale
Conflitti tra forme istituzionali
L'ecosistema della normatività: sul capitale sociale
Materie e legami sociali
Sezione IV. Sguardi sul futuro
Istituzioni per la governance
Pretese e questioni di giustizia
Materie postmoderne e istituzioni
Istituzioni futuribili
Apprendimento istituzionale e potenziamento delle capacità
Su ponti leggermente costruiti
Riferimenti bibliografici
Carlo Alberto Donolo. Nota bio-bibliografica.