La media education nella prima infanzia (0 -6)

Percorsi, pratiche e prospettive

Autori e curatori
Contributi
Alessandro Biraglia, Ilaria Bortolotti, Donatella Cesareni, Franca Rossi
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 158,      1a edizione  2021   (Codice editore 247.4)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

La media education nella prima infanzia (0 -6) Percorsi, pratiche e prospettive
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835118381

In breve

Il volume si rivolge a educatori e genitori, con l’obiettivo di accompagnarli in un percorso di acquisizione di “buone pratiche” nella costruzione di modelli di consumo mediale, fornendo un quadro d’insieme dei diversi approcci teorico-metodologici e strumenti operativi utili a favorire nel bambino, fin da piccolo, un processo di progressiva autonomia, consapevolezza e auto-regolamentazione.

Utili Link

Letture.org La media education 0-6. Intervista a Renata Metastasio… Vedi...

Presentazione del volume


I bambini del terzo millennio sono esposti sempre più precocemente ad un processo di socializzazione ai media digitali, favorito anche dal progressivo affermarsi della tecnologia touch, e, recentemente, dalla forte accelerazione innescata dalla fase pandemica, che ha posto tutti - adulti e bambini - nella necessità di affrontare nuove sfide nella modalità d'uso dei dispositivi digitali. In questo scenario complesso, famiglia e scuola costituiscono il luogo primario di scoperta, esperienza, apprendimento e, anche, di costruzione di modelli di consumo mediale.
Il volume si rivolge a educatori e genitori, con l'obiettivo di accompagnarli in un percorso di acquisizione di "buone pratiche", fornendo un quadro d'insieme dei diversi approcci teorico-metodologici al tema e strumenti operativi utili a favorire nel bambino, fin da piccolo, un processo di progressiva autonomia, consapevolezza e auto-regolamentazione.
Superando la storica contrapposizione tra apocalittici e integrati rispetto all'uso della tecnologia da parte dei bambini in ambito didattico e famigliare, il testo propone una visione integrata di un fenomeno complesso, al quale troppo spesso ci si è avvicinati con atteggiamento pregiudizialmente negativo o, di contro, semplicisticamente ottimistico, sulla base di contributi provenienti da differenti ambiti disciplinari (sociologico, pedagogico e psicologico).
Attraverso un percorso di analisi dell'evoluzione e delle prospettive della media education, il lettore è accompagnato nei diversi contesti - società, famiglia e scuola - approdando al racconto delle buone pratiche in uso nei contesti educativi prescolari e dei possibili sviluppi. Tutto questo senza perdere di vista la centralità del bambino nel processo, oramai irrinunciabile, di relazione con i media, tradizionali e digitali, nel quale gli adulti devono essere in primis agenti attivi e consapevoli di educazione ai media oltre che con i media.

Renata Metastasio
è professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi. È autrice di monografie e articoli scientifici, molti dei quali relativi al tema del rapporto media-minori. È docente del corso di Media education nella prima infanzia nel Corso di Laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione della Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza.

Indice

Renata Metastasio, Dai media tradizionali ai digital media: il difficile rapporto tra media e minori
(Apocalittici e integrati: una questione preliminare, mai risolta; Media e minori: rischi e opportunità; riassumendo; Bibliografia)
Renata Metastasio, La media education: un percorso a ostacoli tra paure e speranze
(Un po' di storia; Media education e media literacy; La media education nei contesti educativi; Il ruolo dei genitori nel processo di media education; Riassumendo; Bibliografia)
Alessandro Biraglia, Renata Metastasio, Il consumo mediale tra vecchi scenari e nuovi contesti
(Media tradizionali e media digitali; I social network; Uno sguardo allo scenario internazionale; Una rassegna ragionata delle ricerche su bambini e nuove tecnologie; Il valore della media education: programmi di investimento pubblico e privato; Riassumendo; Bibliografia)
Donatella Cesareni, Scuola e tecnologie digitali: da dove siamo partiti, dove siamo arrivati, dove possiamo andare
(Introduzione; Perché usare le tecnologie digitali nella scuola; Un po' di storia; Alcune proposte per una didattica attiva con le tecnologie digitali; Riassumendo; Bibliografia)
Franca Rossi, Tecnologie digitali nei contesti educativi 0-6: tra esperienze in presenza e a distanza
(Introduzione; Pervasività delle tecnologie digitali nell'esperienza dell'infanzia; Risorse digitali a supporto dei cento linguaggi dei bambini; Costruire legami educativi a distanza: un'esperienza per nidi e scuole dell'infanzia; Riassumendo; Bibliografia)
Ilaria Bortolotti, Un problema a monte: la formazione degli educatori della fascia 0-6 all'uso delle nuove tecnologie
(La formazione degli insegnanti della scuola dell'infanzia in Italia; La formazione all'uso delle tecnologie nella scuola 0-6 in funzione dell'acquisizione di una competenza digitale degli educatori; Modelli possibili di formazione; Riassumendo; Bibliografia)
Note biografiche.





  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura

    Pubblicazioni in Open Access


    Pubblicità