L’insondabile decisione dell’essere

Spunti per un’antropologia pedagogica

Autori e curatori
Livello
Dati
pp. 162,      1a edizione  2021   (Codice editore 10292.14)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

L’insondabile decisione dell’essere Spunti per un’antropologia pedagogica
Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788835124740

In breve

Il volume propone la rilettura di un’esperienza professionale presso una comunità residenziale per minori: l’obiettivo è provare a delineare alcune coordinate antropologiche che possano essere spendibili anche in chiave pedagogica, focalizzandosi sull’esperienza dei “ragazzi difficili” e sulla possibilità per questi ragazzi di aderire alla “vita buona” proposta dall’équipe educativa.


Presentazione del volume

Il volume propone la rilettura di un'esperienza professionale, della durata di tre anni, presso una comunità residenziale per minori. La sua prospettiva teorica è debitrice tanto alla visione fenomenologica, quanto a quella psicoanalitica, in particolare nella declinazione elaborata da Jacques Lacan; l'obiettivo è provare a delineare alcune coordinate antropologiche che possano essere spendibili anche in chiave pedagogica, focalizzandosi sull'esperienza di quelli che Piero Bertolini chiamava i "ragazzi difficili". In particolare, il fil rouge che percorre tutto il testo è il tema della libertà e della possibilità per questi ragazzi di aderire alla "vita buona" proposta dall'équipe educativa.
Senza pretese di dare risposte esaurienti, ma con l'intento di mettere in circolo pensieri e riflessioni, il lavoro si rivolge in particolare agli educatori professionali che, operando in diverse situazioni di disagio e marginalità sociale, non si accontentano di essere semplici "manovali dell'educazione", ma intendono provare a riflettere con serietà sul lavoro educativo.

Leonardo Rigoni (1997) è laureando al corso di laurea magistrale in Scienze Pedagogiche presso l'Istituto Universitario Salesiano di Venezia-Mestre (sede aggregata all'Università Pontificia Salesiana di Roma). Attualmente, lavora come educatore professionale nell'ambito di interventi scolastici e domiciliari sul territorio di Udine. Precedentemente, ha lavorato presso la comunità per minori multiproblematici "La Viarte" di Santa Maria la Longa (UD).

Indice

Introduzione
(Comunità: strumenti per la lettura; Una drammatica pedagogica: articolazione del percorso)
Parte I. Proposta epistemologica
Il metodo positivista e la notte della libertà
(Le cause biologiche; Le cause psicologiche; Le cause familiari; Le cause sociali ed economiche; Prima conclusione: l'essere umano è chiamato ad andare oltre il 'già dato')
Verso un nuovo paradigma: la svolta fenomenologica in pedagogia
(L'intenzionalità della coscienza; Il soggetto tra 'già dato' e il significato; Note di metodologia fenomenologica per "eterni principianti)
La pedagogia sul lettino: psicoanalisi ed educazione
(Un rapporto difficile; La scoperta dell'inconscio; Note sul desiderio in educazione; La "sana solitudine" e il collettivo dell'equipe)
Parte II. Proposta per un'ontologia del soggetto
"L'aggrovigliata trama dell'umana esperienza"
(Dinamismo personale e sguardo pedagogico; Le apocalissi del soggetto; Accogliere o distruggere? Una rilettura educativa; Prima conclusione: l'educazione è sempre un'esperienza morale)
Uno sguardo originario sulla "scena umana"
(Il mio "essere gettato" chiama l'altro a prendersi cura di me; La nascita del desiderio; L'uomo nasce altro-da-sé; Il riflesso dell'umano)
Fenomenologia dei "ragazzi difficili"
(Linee di antropologia del ragazzo difficile; I ragazzi difficili...si specchiano; "La cruna dell'ego": è sempre un 'problema di io')
Parte III. Sintesi pedagogica
Il dramma della vita buona
(Coscienza e libertà. Fenomenologia di un'esperienza; Coscienza e libertà. L'esperienza della Legge; La legge: tra trasmissione ed ereditarietà)
I "tre tempi" della legge
(Il tempo della seduzione; Il tempo della liberazione; Il tempo della promessa; Alcune note conclusive)
Conclusioni
(Speranza e fallimento; Il valore di una proposta: essere "ottimisti tragici")
Bibliografia.