L'industria della pesca nella struttura dell'economia italiana

Autori e curatori
Contributi
Guido Cella
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,   figg. 45,     1a edizione  1997   (Codice editore 758.2)

L'industria della pesca nella struttura dell'economia italiana
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846400543

Presentazione del volume

II sistema informativo prodotto dall'lrepa ha consentito di mettere a punto ed applicare una serie di modelli economici capaci di cogliere il complesso sistema di interrelazioni che definiscono e collocano il settore pesca nel più ampio contesto dell'economia nazionale e regionale.

Questo volume raccoglie una sintesi di tre diverse applicazioni dell'analisi delle interdipendenze settoriali, i cui risultati hanno potuto fornire un concreto contributo all'attività di gestione e valutazione dei programmi di settore nei primi due casi e metodologico nel terzo.

II primo modello fornisce una stima degli effetti propulsivi sull'intero sistema economico originati da possibili sviluppi produttivi del settore pesca. È significativo ai fini della valutazione dell'efficacia della spesa pubblica che quegli effetti risultano avere un carattere più accentuato degli effetti derivanti dal settore agricolo in senso lato.

La seconda applicazione costituisce uno strumento per la valutazione dell'impatto, non solo economico, ma anche sociale, derivante da politiche mirate alla riduzione dell'attività produttiva in mare. I risultati mostrano che l'impatto è fortemente caratterizzato dall'entità e dalla composizione degli effetti indiretti, che travalicano ampiamente gli effetti generati dall'azione dell'autorità di gestione. Risulta, perciò, che la dimensione dei costi sociali dell'azione di riduzione indicata è molto più ampia di quella prevista e investe, attarverso ripercussioni di filiera, gruppi sociali apparentemente lontani dal settore pesca.

II terzo modello, a differenza dei precedenti, assume carattere esplorativo e rappresenta una prima riflessione sulla concreta possibilità di utilizzare l'analisi intersettoriale per lo studio delle relazioni funzionali che si snodano attraverso processi circolari diinterazione tra pesca, economia ed ambiente. L'obiettivo dellostudio va, infatti, individuato nella predisposizione di uno strumento di analisi in grado di fornire una chiave interpretativa alle questioni circa la nocività della pesca in termini di sostenibilitàdelle risorse naturali da un lato e la penalizzazione subìta dalla pesca a causa dell'inquinamento determinato da altri settori dell'economia. In via preliminare, è stato osservato che la pesca più che contribuire al danno ambientale è da questo penalizzata a causa dell'azione esercitata da fattori esterni.

Indice

Parte I - Il settore della pesca nel contesto strutturale dell'economia italiana - Gli effetti propulsivi potenziali del settore pesca sull'economia italiana: una valutazione input-output degli effetti permanenti - Gli effetti propulsivi potenziali del settore pesca sull'economia italiana: una valutazione input-output degli effetti temporanei - Guido Cella, Criteri metodologici per l'analisi del settore pesca nel contesto strutturale dell'economia italiana - Parte II - Il ruolo socio-economico della pesca in alcune regioni rivierasche italiane - Gli effetti globali sui principali indicatori economici (Il ruolo della produzione e dei consumi intermedi e finali; Il ruolo degli investimenti; I risultati: l'analisi settoriale e regionale; Considerazioni conclusive) - Guido Cella, Criteri metodologici per la valutazione degli effetti regionali di natura economica e sociale derivanti da restrizioni alla pesca (La disaggregazione delle tavole regionali) - Parte III - Metodi di esplorazione quantitativa dell'impatto pesca-ambiente nel quadro del sistema produttivo dell'economia nazionale - Pesca ed ambiente all'interno di una matrice di contabilità sociale - Guido Cella, Criteri metodologici per l'analisi del rapporto economia-ambiente nell'ambito di una matrice di contabilità sociale (Costi e benefici ambientali: l'uso della SAM; Risorse non rinnovabili e moltiplicatori dell'offerta; Analisi da impatto e analisi da estrazione nella valutazione degli effetti ambientali: differenze metodologiche).





newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi