Tipi ideali e società

Contributi
Luca Bregantini, Bernardo Cattarinussi, D. Coccopalmerio, Giovanni Delli Zotti, Franco Demarchi, Giuliano Giorio, Giorgio Osti, Luigi Pellizzoni, Antonella Pocecco, Emidio Sussi, Bruno Tellia, Daniele Ungaro, Moreno Zago, Arnold Zingerle
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 288,      1a edizione  1996   (Codice editore 905.28)

Tipi ideali e società
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820474010

Presentazione del volume

Scrive Franco Demarchi: "Costruire un disegno interpretativo della realtà storico-sociale intorno a tipi ideali o tipi puri del comportamento umano, vale a dire del comportamento motivato, quindi sensato, dotato di senso degli uomini nel presente e nel passato, è sociologia".

D'altra parte i "tipi ideali" come il tradizionale, il razionale, il carismatico, raccolgono tre momenti ideali in cui avviene il mutamento dei singoli fenomeni sociali, nel loro formarsi, consolidarsi, vivere per forza di inerzia, per poi adattarsi a nuovi contesti operando con ciò ulteriori mutamenti.

Questo volume vuole interpretare i mutamenti dell'attuale momento storico, verificando la successione dei tipi ideali tradizionale, razionale, carismatico o forse più realisticamente il ricorso ai tre "tipi ideali" che convivono come modelli di interpretazione, ai quali l'agire umano e collettivo può fare riferimento.

Più in particolare il volume è costruito su due parti.

Nella prima parte il tipo ideale e Weber vengono collocati nel contesto delle scienze sociali, partendo dalla sociologia per arrivare al diritto col tipo ideale di Kelsen.

La seconda parte raccoglie una serie di saggi nei quali si esplorano le possibilità euristiche del tipo ideale nella interpretazione di grandi fasci di fenomeni sociali - la politica, l'ambiente, i gruppi etnici, l'ideologia, il metodo empirico, lo sviluppo, l'azione sociale, gli intellettuali, il potere e la sua legittimazione, la comunicazione e le nuove tecnologie. La potenza esplicativa del "tipo ideale" weberiano è dunque sottoposta a una verifica che è insieme teorica ma anche empirica, in quanto dietro ad ogni approfondimento tematico, sistemato in termini teorici, sta l'esperienza della ricerca accumulata e la riflessione che essa sedimenta nella formazione della propria immaginazione sociologica.

Alberto Gasparini, ordinario di sociologia all'Università di Trieste, è direttore dell'lstituto di Sociologia Internazionale di Gorizia - ISIG - e presidente del Corso di laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Trieste - sede di Gorizia. È altresì direttore di FUTURIBILI. Ha pubblicato, tra l'altro, "Cesare d'Este e Clemente VIII", "La casa ideale", "Crisi della città e sua reimmaginazione", "lnnovazione tecnologica e nuovo ordine urbano" (con P. Guidicini), "The future of the moment before".

Raimondo Strassoldo, ordinario di sociologia all'Università di Udine, è succeduto a Franco Demarchi come direttore dell'lsig (1972-1977). Attualmente è direttore del Dipartimento di Economia Società Territorio all'Università di Udine. Ha pubblicato, tra l'altro, "Sviluppo regionale e difesa nazionale", "Sistema e ambiente" e, con N. Tessarin, "Le radici del localismo".

Indice



Il libro, Demarchi, l'Isig e altre cose, di A. Gasparini e R. Strassoldo
MAX WEBER TRA SOCIOLOGIA
E SCIENZE SOCIALI
Attualità dell'idealtipologia sociologica, di F. Demarchi
Razionalità come passione. Un'interpretazione del rapporto tra la vita e l'opera di Weber, di A. Zingerle
Analisi sociologica e tipologie esplicative, di G. Giorio
• L'emergere di alcune "spiegazioni" fondamentali
• Orientamenti "paradigmatici" su concetti ideal-tipici fondamentali
La tipologia funerea della Grundnorm di Kelsen, di D. Coccopalmerio
WEBER COME PUNTO DI PARTENZA PER LA COMPRENSIONE DEI FENOMENI SOCIALI
La politica nell'ltalia post-moderna, di B. Tellia
• Etica e politica
• Blocco nella circolazione delle élites
• Decomposizione e ricomposizione delle classi sociali
• Esplosione dei bisogni
• Crisi della democrazia rappresentativa
• Il nuovo ordine
• Le caratteristiche del sistema Italia
Le radici sociali del conflitto sulle questioni ambientali, di R. Strassoldo
• La natura nel pensiero occidentale
• La filosofia del paesaggio, del giardino e del parco
• Altre fonti culturali dell'ambientalismo: scienza, caccia, femminismo
• La questione ambientale nelle dottrine politiche dell'Ottocento
• La "rivoluzione ambientale" contemporanea
• Varietà di ambientalismo
• Conflitto principale e conflitti secondari
Alcune applicazioni del metodo tipologico, di B. Cattarinussi
• Verso una tipologia descrittiva
• Tipi di società utopiche
• Risposte individuali di lungo termine al disastro
• Gli alcolisti - L'altruista
Le dimensioni dell'etnicità, di E. Sussi
• Tipologie, classificazioni e dimensioni dei gruppi etnici
Dall'uomo a una ideologia all'uomo che vive lo "squilibrio compatibile" delle ideologie, di A. Gasparini
• Sono valide le categorie di "società ideologizzata" e di "crisi delle ideologie"?
• Principi ordinatori, processi storici e idealtipicità delle ideologie
• Il mix attuale di ideologie
• Sul destino delle ideologie nell'Europa del futuro immediato
Il metodo comparato in sociologia, di G. Delli Zotti
• Metodo comparato e altri metodi di controllo: natura e scopi della comparazione
• Come e cosa comparare
• Il metodo comparato in sociologia
Credere o sapere il vero e il buono. Sulla tipologia weberiana dell'azione razionale, di L. Pellizzoni
• Le due tipologie: contraddittorietà o analogia?
• La tesi della complementarietà: il modello di Wallace
• La tesi della complementarietà: una proposta
Vecchie e nuove periferie, di G. Osti
• Post-modernità
• Vecchie e nuove periferie
Inseguendo l'intellettuale weberiano, di A. Pocecco
• Vecchi e nuovi intellettuali
• L'intellettuale antico (ovvero, sui "vecchi intellettuali")
• L'intellettuale oltre la modernità (ovvero, sui "nuovi intellettuali")
Tipi di potere e sistemi sociali, di D. Ungaro
• Tipologie dell'agire rappresentativo
• La categorizzazione del potere in Weber
• Un problema scientifico: passaggi tra categorie
• Un approfondimento empirico delle tipologie weberiane
Modelli di comunicazione nelle comunità reali e virtuali, di L. Bregantini e M. Zago
• La dinamica della persuasione come fondamento della comunità
• La persuasione e la rettorica, ovvero le ragioni di un'utopia umana
• «La vita è un'infinita correlatività di coscienze» (Michelstaedter)
• Democrazia e diritto alla privacy: il modello panottico
• L'esigenza del controllo delle comunità virtuali





newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi