Democrazia, partiti, unione europea

Verso il sistema politico europeo

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 160,      1a edizione  1995   (Codice editore 905.27)

Democrazia, partiti, unione europea. Verso il sistema politico europeo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820492212

Presentazione del volume

Il tema dell'integrazione sovranazionale europea non di rado ha richiamato studiosi animati dal proposito di contribuire alla comprensione e allo sviluppo del processo di integrazione, perché ritenuto utile alla riduzione delle tensioni internazionali e ad assicurare migliori condizioni di vita ai popoli.

In parallelo, la crisi di capacità delle strutture statuali-nazionali ha messo in evidenza l'esigenza di sviluppare forme di democrazia locale e sopranazionale secondo i principi di partecipazione e di eguaglianza che sono alla base della concezione democratica.

Ponendosi nella prospettiva che lo sviluppo politico della "Comunità europea" è un obiettivo-valore da perseguire, l'Autore sostiene che tale obiettivo richiede da un lato modifiche nella struttura delle istituzioni e dall'altro una maggiore transnazionalità delle forze che dentro gli Stati detengono il potere politico reale. Da qui l'importanza dello studio dei partiti e dei gruppi parlamentari europei quali "fattori" dell'aggregazione regionale-continentale in Europa: i partiti ed i gruppi come attori di un processo di aggregazione regionale-continentale, cioè di un fenomeno che attiene al campo di studi delle Relazioni internazionali.

Lo sviluppo politico della "Comunità europea" si incrocia dunque con lo sviluppo dell'integrazione partitica. Quest'ultimo fenomeno, avviato dalle elezioni a suffragio universale del primo Parlamento europeo (1979), accentua senz'altro il carattere non esclusivamente internazionalista (in senso tradizionale) della tematica relativa al processo di integrazione europea.

Danilo Bertoli, dottore di ricerca in Relazioni internazionali presso l'Università di Padova, ha studiato i problemi fiscali dell'integrazione comunitaria ed in seguito il ruolo dei partiti nella costruzione del sistema politico europeo. È stato esercitatore di Scienza della politica presso l'Università di Trieste e in quanto deputato al Parlamento italiano nella IX e X legislatura repubblicana, membro della Commissione affari costituzionali e della Commissione speciale per le politiche comunitarie.

Indice









newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi