Le linee guida tra conoscenze, etica e interessi

Livello
Studi, ricerche. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 144,   1a ristampa 2005,    1a edizione  1998   (Codice editore 1139.18)

Le linee guida tra conoscenze, etica e interessi
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 17,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846408167

Presentazione del volume

La straordinaria variabilità delle cure prestate a pazienti colpiti dalle medesime malattie ha fatto mettere all'ordine del giorno il tema delle linee-guida, per migliorare e rendere più razionale la pratica clinica.

Tuttavia la variabilità nelle linee guida proposte per gli stessi problemi è forse altrettanto impressionante. A seconda di chi le propone, infatti, gli esami in corso di gravidanza fisiologica, o il numero di pap-test o mammografie che una donna normale dovrebbe effettuare nel corso della vita può variare di 5 volte, e molto di più i test di screening per altri tumori, per l'osteoporosi, o i test visivi. La proporzione di pazienti con ipertensione sotto controllo o con diagnosi di demenza può variare di 5 o 10 volte. Nel dolore lombare cronico o nelle sospette sinusiti le linee-guida italiane suggeriscono esami radiologici 6-16 volte più costosi di quelle inglesi. Da dove nascono queste differenze? Quanto incidono opinioni e conoscenze dei medici e la Medicina basata sulle prove di efficacia, e quanto interessi di varia natura? Un adeguato sistema premiante può allineare pienamente etica e interessi del medico, favorendo la salute della comunità dei cittadini?

Il testo affronta questi e altri nodi fondamentali dal punto di vista del Servizio Sanitario Nazionale, che è chiamato a tutelare nel modo migliore la salute dei cittadini. Si rivolge agli utilizzatori di linee-guida: medici di famiglia, specialisti e altri operatori sanitari, ma anche amministratori e tutti coloro che dovranno valutarle, sceglierle e implementarle. Si rivolge però anche a tutti i cittadini che vogliono orientarsi criticamente tra i messaggi contrastanti della medicina.

Alberto Donzelli è medico, dirigente sanitario nell'area di sanità pubblica. Per un decennio è stato Coordinatore Sanitario di USSL di Milano, e - nel 1995 - Direttore Generale della Azienda USSL di Cernusco. Attualmente è coordinatore sanitario di zona nell'ASL Città di Milano. È membro del Consiglio Superiore di Sanità e di Gruppi di lavoro Ministeriali. Ha un'ampia esperienza come formatore ed è autore di numerose pubblicazioni di carattere sia tecnico che organizzativo e programmatorio. Negli ultimi anni ha particolarmente studiato sistemi di finanziamento, modelli organizzativi e principali risultati dei sistemi sanitari nei confronti internazionali.

Donatella Sghedoni è medico, specialista in igiene e medicina preventiva, ginecologia e ostetricia, genetica medica. Si è ulteriormente perfezionata in management sanitario, formazione medica e bioetica. È attualmente responsabile dell'assistenza sanitaria di base e della Medicina di Comunità in una zona dell'ASL Città di Milano e svolge attività clinica nei consultori familiari pubblici.

Indice

Aldo Pagni, Presentazione
Le norme nazionali di riferimento e l'evoluzione della situazione italiana
Variabilità delle cure mediche e di Linee guida rivolte agli stessi problemi clinici
(Possibili fonti di divergenza nelle procedure mediche; I determinanti maggiori del comportamento prescrittivo; Che scopi perseguono le Società scientifiche?; Precondizioni di contesto per avere buone Linee guida secondo il punto di vista del SSN)
Il sistema di finanziamento e le sue relazioni con i principali outcome in sanità
(Quali sono le caratteristiche di un sistema di finanziamento ideale?; Il progresso e l'attuale sistema di finanziamento in Italia rispondono a tali caratteristiche?; Il sistema di finanziamento che paga la malattia; Il sistema di finanziamento che paga la salute; È possibile servire due padroni?; Conclusioni al capitolo e implicazioni su come procedere)
Gli attori nel processo di formulazione di Linee guida e i loro obiettivi
(La pluralità dei punti di vista nel campo dell'assistenza sanitaria; Quali dovrebbero essere i principali attori nella produzione/scelta di una Linea guida; Una Linea guida come un tavolo con quattro gambe; A chi dovrebbe spettare l'ultima parola in caso di insuperabile contrasto di punti di vista?; Perché è legittimo e spesso necessario declinare Linee guida anche a livello locale?; Una proposta a tutela degli interessi del SSN come condizione preliminare per l'approvazione di una Linea guida da parte del Ministro)
Proposta di una griglia per la valutazione rapida di una Linea guida
(da parte di un sanitario operante in una USL)
Appendici: Le indicazioni all'ossigenoterapia iperbarica e implicazioni di differenti "Linee guida" - Breve raccolta di illustrazioni metaforiche, utilizzabili a scopo didattico.