Adolescenti e prevenzione dell'Aids

Contributi
Vittorio Agnoletto, Maria Chiara Bassanini Setti, Pierfranca Borlone, Franco Capsoni, Ivan Cavicchi, Norberto Ceserani, Paolo Chiesa, Rossana Citterio, Riccardo De Facci, Anna Maria D'Ottavi, Silvia Franceschi, Lidia Frigerio, Giovanni Santoro, Diego Serraino
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,      3a edizione  1995   (Codice editore 1139.8)

Adolescenti e prevenzione dell'Aids
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820469931

Presentazione del volume

Questo volume fornisce riflessioni ed esperienze a chi voglia realizzare interventi di educazione sanitaria in tema di AIDS rivolti agli adolescenti, una fascia di popolazione particolarmente esposta al rischio, e che richiede pertanto urgenti e specifiche azioni di prevenzione.

I destinatari sono quindi le diverse figure educative e formative che ricoprono ruoli significativi per gli adolescenti: insegnanti, educatore, genitori, operatori dei servizi per l'età evolutiva.

Gli autori sono medici, sociologi, operatori sociali, insegnanti, con specifiche competenze ed esperienze, i cui diversi contributi sono richiesti dalla complessità del problema Aids e dell'obiettivo prevenzione.

La pubblicazione di questo libro è stata resa possibile dalle molteplici esperienze maturate in questi anni della Lega Italiana per la lotta contro l'AIDS, in risposta a specifiche esigenze che il diffondersi della epidemia suscita nel contesto sociale.

Carla Costanzi, sociologa, docente di ricerca applicata al servizio sociale presso la Scuola per assistenti sociali dell'Università di Genova, è autrice di saggi di sociologia sanitaria.

Chiara Lesmo, insegnante, coordinatrice della sede Lila di Milano, è sociofondatore dell'Associazione di volontariato per l'assistenza ai malati di AIDS «Che Fare».

Indice

Introduzione
Parte prima
Il PROBLEMA DELL'AIDS OGGI
1. Le conoscenze biomediche: un itinerario di acquisizioni Provvisorie', di Norbeito Ceserani
2. Le costruzioni sociali intorno all'Aids, di Carla Costanzi
1. La malattia come evento complesso
2. Malattia e metafora »
3. L'Aids come malattia paradigmatica del XX secolo
4. L'attribuzione di stigma
3. Le relazioni tra le persone e i vissuti alla luce del problema
AIDS, di Vittorio Agnoletto
1. La rimozione della morte, la sieropositività tra salute e malattia
2. Il rapporto con I'"altro"
3. Le relazioni tra persone sieropositive
4. Il rapporto operatore-utente
4. Gli adolescenti e la sessualità: dai risultati di recenti ricerche a ipotesi di educazione alla salute, di Anna Maria D'Ottavi
1. La questione giovanile
2. La ricerca sociale su adolescenza e sessualità
3. I servizi per gli adolescenti
4. I risultati di recenti ricerche
5. Verso un progetto educativo che recuperi la globalità
6. Verso un progetto educativo che recuperi l'amore
7. La prevenzione AIDS e gli adolescenti
Parte seconda
STRATEGIE E PROPOSTE PER INTERVENTI DI PREVENZIONE
5. I modelli di educazione sanitaria di fronte all'evento AIDS, di Carla Costanzi »
1. I differenti approcci all'educazione sanitaria
2. Il modello "Behaviour Change"
3. Il modello "Self-Empowerment"
4. Il modello "Community Oriented"
5. Il modello "Socially Transformatory"
6. Una lettura critica delle attività di prevenzione svolte
sull'Aids
1. Iniziative e campagne internazionali, di Diego Serraino e Silvia Franceschi
1.1. Comportamenti a rischio e conoscenze degli
adolescenti
1.2. Un programma sperimentale per le scuole negli
Stati Uniti
1.3. La campagna Stop-Sida nelle scuole svizzere
1.4. Un'iniziativa della British Medical Association
1.5. Conclusioni
2. Interventi informativi e preventivi in Italia, di Giovanni Santoro
2.1. Premessa
2.2. Gli stadi della comunicazione e le fonti di produzione
2.3. La fase della scoperta del fenomeno
2.4. La fase delle prime campagne di informazione
2.5. La fase educativa: le proposte per il mondo adolescenziale
7. Un esempio di indagine conoscitiva, di Carla Costanzi
1. Promotori e obiettivi dell'indagine
2. L'ambito dell'indagine
3. Il questionario: struttura e modalità di somministrazione
4. La compilazione del questionario
5. I risultati
6. Conclusioni
8. L'impostazione dell'intervento, di Franco Capsoni
1. Interrogativi e riflessioni di partenza
2. Educazione sessuale e informazione sull'Aids
3. Chi deve informare
4. Cosa dire
5. La programmazione degli interventi
6. In che modo
7. A chi rivolgersi
9. Alcune esperienze di intervento presso la popolazione
giovanile »
1. Premessa, di Pierfranca Borlone e Chiara Lesmo
2. " scuola secondaria inferiore
2.1. L'intervento realizzato nella S. M S . Gandhi a Milano, di Lidia Frigerio
2.2. Un diverso approccio informativo rivolto alla scuola media dell'obbligo, di Rossana Citterio
3. La scuola secondaria superiore
3.1. L'assemblea informativa, di Rossana Citterio
3.2. Gruppo di lavoro presso il Liceo Scientifico Statale Allende a Milano, di Paolo Chiesa
4. Possibilità di progetti integrati
4.1. Ussl 69 Parabiago, di Lidia Frigetio
4.2. Ussl 14 Portogruaro, di Rossana Citterio
5. Famiglia ed educazione alla prevenzione, di Pierfranca Borlone
6. Progetto di intervento mirato sulla popolazione giovanile non scolarizzata, di Norberto Ceserani
7. Intervento di prevenzione al disagio giovanile in un'area della periferia urbana, di Riccardo De Facci
Parte terza
TEMI APERTI PER INTERVENTI DI PREVENZIONE
10. Valutazione degli interventi di prevenzione, di Maria Chiara Bassanini Setti
1. Senso e non senso della valutazione
2. Valutazione e controllo
3. L'oggetto della valutazione
4. Un percorso di valutazione
5. Tecniche di valutazione
11. Informazione e comportamenti a rischio, di Ivan Cavicchi
1. Informazione "obtorto collo"
2. Comportamento: un concetto difficile
3. Storie di segnali e di eretici
4. Determinazione, codeterminazione, autodeterminazione
5. Informazione come prevenzione: cosa vuol dire?
6. L'informazione dice quello che "è" o "è" esattamente quello che dice?
7. Significati probabili
12. Considerazioni conclusive
Note sugli autori
Bibliografia generale, a cura di Anna Maria D'Ottavi
AIlegati: Questionari