Il mercato potenziale del trasporto combinato

Livello
Dati
pp. 168,   figg. 44,     1a edizione  1988   (Codice editore 1170.3)

Il mercato potenziale del trasporto combinato
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820430207

Presentazione del volume

Le previsioni del mercato potenziale del trasporto combinato strada-rotaia, presentate in questo volume, sono il risultato di una ricerca condotta per quattro anni nell'ambito del Progetto finalizzato trasporti del Cnr. I dati finali indicano che esso potrebbe raggiungere, alle soglie del 2000, quote rilevanti, quasi analoghe a quelle dei principali paesi industrializzati. Il trasporto combinato, attuabile caricando Il semirimorchio o la -cassa mobile» sul vagone ferroviario, è considerato una delle più efficaci soluzioni per nazionalizzare il traffico delle merci sulle lunghe distanze. Essa non è alternativa all'autotrasporto, ma un anello della catena del trasporto stradale stesso.

La ricerca, articolato in due fasi, una di rilevazione del dati ed una di utilizzazione di questi dati in un sistema di modelli econometrici, si è sviluppata individuando sul territorio nazionale le aree in grado di generare e attrarre traffico e lunga distanza; di quantificare il traffico generato e attratto da ciascuna di queste aree; di individuare la re. te dei terminali dove avviene l'interscambio, delle merci fra strada e rotaia, stimando un primo bilancio benefici-costi.

Sul piano statistico, quando si verificassero queste previsioni, non si avrebbe certamente un ribaltamento della attuale condizione del trasporto: il trasporto su strada, anche di lunga distanza, continuerebbe a svolgere nel futuro un ruolo fondamentale. Tuttavia, a parte i benefici ottenibili sul terreno finanziario dalle imprese e dalle attività di trasporto, la consistenza del combinato nella misura prevista avrebbe un effetto certo sulla politica dei trasporti, consentendo di assicurare all'economia italiana un sistema di trasporti più. articolato, con una «via di sicurezza» di interesse nazionale in più rispetto ad un'organizzazione, com'è quella attuale, che affida una larga fetta degli spostamenti a lunga distanza - maggiore di quel che sarebbe destinabile - all'autotrasporto.

Indice

1 Introduzione
1.1. Due realtà del trasporto delle merci
1.2. Le linee della ricerca
1.3. I risultati
2 Il trasporto combinato oggi
2.1. Le infrastrutture
2.2. I sì e i no degli operatori del trasporto
2.3. L'analisi delle risposte fornite da un panel di decisori e di «opinion leaders» (Delphi)
2.4. La normativa
3 Il mercato potenziale del trasporto combinato
3.1. Le industrie manifatturiere
3.2. Il traffico merci su ferrovia a lunga distanza
3.3. Il traffico merci a lunga distanza in autostrada
3.4. Scenari di sviluppo di 10 fattori industriali
4 Previsioni della domanda di trasporto merci sul lungo periodo
4.1. I modelli perla previsione della domanda di trasporto delle merci a breve, medio e lungo termine
4.2. Il modello econometrico per la previsione a medio e lungo termine
4.3. Modelli di scelta modale
4.4. Concetti generali sui modelli di scelta fra i
differenti modi di trasporto
4.5. I modelli stimati
5 Gli assetti dell'offerta
5.1. Le possibili configurazioni del servizio:
rete concentrata e rete diffusa dei terminali
6 La previsione del mercato del trasporto combinato al 1995
6.1. La distribuzione geografica della domanda
6.2. Le previsioni
6.3. Modello di simulazione dell'esercizio del
trasporto combinato
7 Analisi costi-benefici dei terminali del trasporto combinato
7. 1. Modalità di esecuzione dell'analisi costi-benefici
Appendice «A»
Appendice «B»
Bibliografia
Rapporti eseguiti da CSST nell'ambito del Progetto finalizzato trasporti, sottoprogetto VI, temi 1 e 2, linea di ricerca a.