Salute, famiglia e decentramento dei servizi

Autori e curatori
Contributi
Maria Teresa Cardarelli, Pierpaolo Donati, N. Florindo, A. Greppi Olivetti, G. Guaraldi, J. Horl, R. Sutter, U. Uguzzoni, C. Vetere
Livello
Dati
pp. 240,   figg. 22,     1a edizione  1988   (Codice editore 1307.37)

Salute, famiglia e decentramento dei servizi
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820425289

Presentazione del volume

E oggi in atto in Italia un profondo ripensamento del Servizio sanitario nazionale che, a parte le difficoltà politiche, finanziarie e amministrative, nasce soprattutto dalla constatazione che il «modello sistemico» contenuto nella legge n. 833/1978, istitutiva del Servizio, abbisogna di una nuova «implementazione dal basso».

Si tratta, in altri termini, di ripensare ai servizi per la salute in un quadro di decentramento che non rappresenti la riproduzione del modello burocratico generale a scala locale sempre più ridotta, ma invece significhi una rivalorizzazione delle reti informali, e in primo luogo della famiglia, nel contesto complessivo della comunità locale, non con il fine di smantellare il Servizio sanitario nazionale, ma invece allo scopo di produrre più efficaci e soddisfacenti forme di collaborazione tra le sfere di solidarietà sociale (privato sociale) e le organizzazioni formali.

Nella prima parte viene esposto il quadro di questa nuova concezione «relazionale» delle cure per la salute a livello di comunità, mentre nella seconda parte vengono affrontati i problemi dei servizi con riferimento all'assistenza domiciliare agli anziani, alle nuove metodologie di programmazione e infine ai servizi psichiatrici.

Indice

Decentrare i servizi per la salute vuol dire fare una vera "medicina di comunità", di Pierpaolo Donati
Parte I - Reti formali e informali
nelle cure per la salute
1. Il ruolo della famiglia nella salute: la "svolta relazionale", di Pierpaolo Donati
1 .Un tema mai ben localizzato
2. La famiglia e lo sviluppo dei sistemi sanitari
3. Vecchi e nuovi aspetti di ricerca empirica, metodologica e teorica
4. Vecchi e nuovi aspetti applicativi e operativi
5. Quale nuovo ruolo per la famiglia nel sistema complesso delle cure?
6. Sommario: la necessità di un nuovo atteggiamento ermeneutico e comunicativo
2. Il ruolo delle reti informali e delle organizzazioni formali nel sostegno sociale, di Josef Hórl
1 . I concetti di sostegno sociale (social support) e rete sociale (social network)
2. Relazioni formali e organizzazioni burocratiche
3. Relazioni informali e gruppi primari di parentela
4. Quattro recenti approcci teorici al complesso formale/informale nel sostegno sociale
5. Conclusioni
3. Comunità, famiglia, salute: le prospettive della medicina sociale, di Carlo Vetere
1. Premessa
2. Comunità e stato di salute
3. Famiglia e stato di salute
4. Osservazioni conclusive
4. Verso un'estetica della salute: un cammino sistemico-relazionale, di Alessandra Greppi Olivetti
1. Presupposti epistemologici
2. Utopia... eutopia
3. Mappe di salute
4. Lo smarrimento delle mappe
5. Verso un'estetica della salute
Parte Il - Aspetti operativi: valutazione e
programmazione dei servizi
5. La valutazione d'efficacia degli interventi: il caso dell'assistenza domiciliare agli anziani, di Nicola Florindo
1 .Premessa
2. Benefici ed efficacia nei programmi di valutazione
3. La valutazione dell'efficacia: problemi preliminari
4. Le fasi del processo assistenziale
5. La scelta del modello di valutazione
6. La valutazione d'efficacia in un caso di assistenza domiciliare agli anziani
6. Processi di programmazione e valutazione di programmi sociali, di Raffaella Sutter
1. Programmazione e partecipazione: il modello di welfare state degli anni '70
2. Opzione e simulazione: modelli di programmazione e valutazione tra teoria dei sistemi ed incrementalismo
3. Applicazioni possibili: processi di generazione di idee
7. Due figure professionali tra socio-assistenziale e sanitario, tra community care e caring istituzionalizzato, di Raffaella Sutter
8. L'affidamento familiare: una valutazione sociologica delle condizioni e dei processi che favoriscono un esito positivo, di Maria Teresa Cardarelli
1. Premessa
2. Le condizioni essenziali per attuare un servizio di affidamento e i vincoli dell'azione organizzativa
3. I criteri della decisione
9. Attività psichiatrica: aspetti gestionali ed aspetti culturali, di Giampaolo Guaraldi e Ugo Uguzzoni






newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi