Lavoro ed economia della conoscenza

Autori e curatori
Contributi
Cesare Annibaldi, Franco Bassanini, Luigi Berlinguer, Federico Butera, Sergio Cofferati, Enrico Donati, Vittorio Merloni, Riccardo Perissich, Massimo Romano, Franco Tatò, Tomaso Tommasi Di Vignano
Livello
Testi advanced per professional
Dati
pp. 144,   figg. 15,     2a edizione  1999   (Codice editore 1331.1)

Lavoro ed economia della conoscenza
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846407146

Presentazione del volume

Una rivoluzione è in atto nel lavoro. Manager, quadri, professional e anche operai e impiegati cambiano ruoli, competenze e modi di lavorare. Si offuscano le tradizionali distinzioni tra le grandi categorie occupazionali. Un processo di riqualificazione della manodopera è in atto.

In Occidente, la conoscenza è per le imprese il fattore chiave della competizione mondiale, e per le amministrazioni risorsa per la sopravvivenza. Politiche e sistemi di gestione e di sviluppo del personale si modificano, anche se con forte ritardo. Mansionari e job descriptions ristretti sono sostituiti da "minime specifiche critiche" (profili professionali, skills, competenze).I sistemi di classificazione aziendale vengono semplificati. Valutazione e formazione sono l'investimento chiave e si orientano a favorire lo sviluppo della persona su carriere flessibili. I sistemi premiati tendono a pagare la maturità professionale più che la posizione.

Il numero dei "lavoratori della conoscenza" cresce e crescerà ancora. In Usa, Germania e Francia sono tra il 29 e il 31% della popolazione lavorativa; in Italia il 27%. Nei servizi ad alta tecnologia questa quota raggiunge punte del 90%; nelle imprese manifatturiere che investono in riorganizzazioni e tecnologie il 50%.

Come accelerare la crescita e la valorizzazione delle conoscenze? Il termine knowledge management riassume una grande varietà di programmi e strutture sviluppati da imprese internazionali, società di consulenza, università per mettere a valore le conoscenze dell'organizzazione e delle persone, riducendo i costi di riproduzione e di trasferimento delle conoscenze.

Indice

Carlo Callieri, Formazione e lavoratori della conoscenza
La ricerca del Forum sulle alte professionalità
Federico Butera, Verso un'economia basata sulla organizzazione e sul lavoro della conoscenza: sei tesi per la ricerca e per l'azione
(La conoscenza è il fattore chiave per la competitività delle imprese italiane e per una effettiva trasformazione della pubblica amministrazione; Investire in conoscenza è profittevole e strategico; Il knowledge management è gestire la convergenza fra diversi tipi di conoscenza; I lavoratori della conoscenza diventano la classe centrale nel mondo del lavoro; Manager, quadri, professional, operai e impiegati cambiano ruoli, competenze e modi di lavorare: contenuti di lavoro e stratificazione mutano profondamente; Una alleanza è necessaria fra politiche pubbliche e politiche di gestione aziendale in maniera di lavoratori della conoscenza)
Enrico Donati, Politiche di gestione e sviluppo dei lavoratori della conoscenza nelle imprese e nelle pubbliche amministrazioni italiane
(Gli obiettivi della ricerca; Il campione d'indagine; La metodologia della ricerca; Principali risultati; Il contesto strategico e organizzativo; L'evoluzione del lavoro; Dove operano e chi sono i knowledge worker; Gli obiettivi a cui rispondono i knowledge worker; Quanti sono i knowledge worker; L'inquadramento dei knowledge worker; L'inquadramento di knowledger worker; Politiche e sistemi di gestione e sviluppo dei lavoratori della conoscenza; Esiste una politica delle risorse umane per i "lavoratori della conoscenza"?; Le innovazioni principali; La classificazione; Valutazione delle prestazioni; Le carriere; Sviluppo professionale e formazione; Il sistema premiante; Il knowledge management)
Vittorio Merloni, Lo sviluppo dei knowledge worker nel contesto aziendale
Massimo Romano, Lo sviluppo dei knowledge worker nella pubblica amministrazione
Fabio Trizzino, Cambiamento organizzativo e formazioni: il caso Inps
Cesare Annibaldi, Sergio Cofferati, Franco Tatò, Tomaso Tommasi di Vignano, Riccardo Perissich, Tavola rotonda: "Le strategie d'impresa e le politiche di gestione e di sviluppo delle alte professionalità"
Franco Bassanini, Luigi Berlinguer, Commento: "Nuove professionalità per il cambiamento"
Carlo Callieri, Conclusioni.