Cambiamento tecnologico e diffusione territoriale

Contributi
Fabio Arcangeli, E. Ciciotti, L. Colla, W. Damiani, W. Molle, F. Momigliano
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 340,   figg. 79,     1a edizione  1987   (Codice editore 1390.2)

Cambiamento tecnologico e diffusione territoriale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 43,50
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820449551

Presentazione del volume

Le modalità e i fattori del progresso tecnico sono stati oggetto di diverse ricerche che ne hanno approfondito prevalentemente gli aspetti settoriali. Meno studiati sono stati invece gli aspetti regionali del problema, che stanno ora emergendo nell'attenzione degli studiosi. Molti sono infatti oggi gli studi in corso, in Italia e all'estero, sulla diffusione territoriale dell'innovazione e sulla velocità di adozione di nuovi processi e nuovi prodotti in specifici ambiti regionali.

L'importanza di questi fenomeni è accentuata dall'attuale crisi economica che pone come primario il problema della ristrutturazione e della riconversione delle singole economie sia nazionali che locali. Peraltro l'obiettivo di una maggiore efficienza può contrastare con le finalità di tipo redistributivo tipiche di una impostazione tradizionale della politica regionale.

In questo volume sono raccolti alcuni saggi che fanno il punto sulla riflessione teorica relativa agli aspetti spaziali dell'innovazione tecnologica, affrontando sia i modelli interpretativi della diffusione territoriale, sia gli aspetti empirici del cambiamento tecnologico nelle regioni europee, sia, infine, la questione relativa agli obiettivi e agli strumenti utilizzabili in una efficace politica regionale per l'innovazione.

Roberto Camagni è professore associato di economia regionale presso l'Università di Padova e incaricato di economia politica alla Università L. Bocconi di Milano; Riccardo Cappellin è professore associato di economia regionale e di economia politica alla Università L. Bocconi di Milano; Gioacchino Garofoli è professore associato presso la Facoltà di economia dell'Università di Pavia.

Indice

Presentazione, di Walter Damiani
Introduzione
Parte I - La diffusione interregionale dell'innovazione
1. Revisione di modelli interpretativi delle determinanti ed effetti dell'attività innovativo, della aggregazione spaziale dei centri di R&S e della diffusione intraindustriale e territoriale delle innovazioni tecnologiche, di Franco Momigliano
1. Revisione di teorie sulle determinanti ed effetti dell'innovazione e della sua diffusione
2. Aggregazione spaziale delle attività innovativo e diffusione spaziale delle innovazioni
3. Implicazioni di politiche nazionali e regionali per l'innovazione
4. Conclusioni
2. Modelli di diffusione dell'innovazione, di Luciano Colla e Giorgio Leonardi
1. Il processo innovativo e l'innovazione
2. La competizione tra innovazioni
3. Verso un paradigma economico-spaziale per l'analisi della diffusione delle innovazioni nella produzione e nel consumo, di Fabio Arcangeli
1. Alcune definizioni ed ipotesi
2. Il paradigma dell'adozione: il modello epidemico nello spazio e la curva logistica nel tempo
3. Linee di revisione del paradigma dell'adozione: la continuità
dell'innovazione, il mercato e le infrastrutture.
4. Un nuovo modello di analisi della diffusione
5. Conclusioni
4. Potenziali regionali di innovazione nella Comunità Europea, di Willem T.M. Molle
1. Introduzione
2. Alcune premesse teoriche
2.1. Elementi generali
2.2. Accessibilità e ricettività
2.3. Spazio e «selection environment
2.4. Patterns di sviluppo regionale e trasformazione tecnologica
2.5. Alcune precisazioni
3. La struttura produttiva
3.1. Concetti e approcci
3.2. Selezione delle imprese da analizzare
3.3. Selezione dell'attività innovativo
3.4. Identificazione dei fattori agevolanti e vincolanti
3.5. Riunione delle singole imprese in gruppi
4. L'ambiente produttivo
4.1. Concetti e approcci
4.2. L'indagine sui fattori localizzativi collegati all'innovazione (prospettiva della domanda)
4.3. L'attrattività dei centri di informazione e ricerca (prospettiva dell'offerta)
4.4. L' associazione impressionistica
5. Conclusioni e implicazioni per la politica regionale
5.1. Conclusioni
5.2. Implicazioni per la politica regionale
Parte Il - Cambiamento strutturale e dinamica della produttività
nelle regioni europee, di Roberto Camagni e Riccardo Cappellin
Introduzione
1. Confronti internazionali di prodotto e produttività
1. Le diverse misure '
2. Gli indici di parità di potere d'acquisto
3. Conclusioni
4. Appendice: caratteristiche della base statistica
2. Fattori regionali della dinamica della produttività
1. Il ruolo della produttività nello sviluppo regionale
2. La diffusione spaziale delle innovazioni
3. I ritardi nella adozione delle innovazioni
4. Conclusioni
3. L'evoluzione delle disparità regionali di produttività
1. La disaggregazione geografica delle disparità di produttività
2. La disaggregazione economica delle disparità di produttività
3. La disaggregazione settoriale delle disparità di produttività
4. Conclusioni
4. Patterns di sviluppo della produttività nelle regioni europee negli anni '70
1. Una rappresentazione geometrica dei patterns di sviluppo della produttività
2. Le regioni europee dopo la crisi petrolifera (1974-78)
3. Dinamica dei patterns di aumento della produttività
4. Conclusioni
5. Crescita regionale e crescita della produttività
1. Lo sviluppo regionale nella Cee (1970-78)
2. La riallocazione intersettoriale delle risorse
3. Conclusioni
6. Fattori settoriali delle disparità di produttività
1. Il ruolo della composizione settoriale
2. Modelli di specializzazione settoriale
3. Il ruolo dei fattori orizzontali
4. Conclusioni
7. Domanda e offerta di fattori di innovazione
1. Differenziali nei livelli di produttività: regionali o settoriali?
2. Differenziali nella crescita della produttività
3. Offerta di fattori di innovazione
4. La domanda e l'offerta di fattori di innovazione
8. Politiche regionali per l'innovazione e la riconversione
1. L'individuazione dei settori
2. Il trade-off nelle strategie di politica regionale
3. Il campo d'azione della politica regionale
4. Interventi regionali e ristrutturazione industriale
5. Conclusioni
Appendici
Parte III - Le politiche regionali per l'innovazione
1. Barriere all'innovazione e politiche d'intervento a livello regionale e sub regionale, di Gioacchino Garofoli
1. Premessa
2. Politiche per l'innovazione e livelli di governo
3. Pluralismo tecnologico e modelli di sviluppo regionale
4. Obiettivi e strumenti di intervento
5. Alcune considerazioni conclusive
2. Innovazione e sviluppo regionale: alcune considerazioni sulle implicazioni di politica economica, di Enrico Ciciotti
1. Introduzione
2. Gli approcci al problema: i rapporti tra sviluppo regionale e innovazione tecnologica
3. Gli obiettivi di una politica per l'innovazione a scala locale
4. I criteri stretegici di una politica regionale per l'innovazione
5. Gli strumenti e le misure di intervento
6. Aspetti istituzionali e possibile ruolo dell'ente regione
3. Politica regionale, progresso tecnico e sviluppo nel Mezzogiorno, di Alfredo Del Monte
1. Introduzione
2. Obiettivo del lavoro e metodologia
3. Imprenditori innovativi ed imprenditori convenzionali nelle imprese di successo nel Mezzogiorno
4. Innovazione, progresso tecnico e performances delle imprese di successo meridionali
5. Politiche regionali per l'innovazione