L'armonico tremore

Cultura settentrionale dall'arcadia all'età napoleonica

Autori e curatori
Collana
Argomenti
Livello
Dati
pp. 208,      1a edizione  1990   (Codice editore 1417.12)

L'armonico tremore. Cultura settentrionale dall'arcadia all'età napoleonica
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820436438

Presentazione del volume

I contributi qui raccolti intendono ricostruire, anche sulla scorta di documenti inediti, le fasi dell'operosa presenza, dal primo Settecento arcadico all'epoca rivoluzionaria, di intellettuali di diversa origine all'interno di un'area settentrionale prevalentemente emiliano lombarda, considerata di volta in volta come luogo di formazione e di umbratile pratica erudita, come retiro senile, come punto di partenza per il grand tour illuministico e per l'approdo alle capitali d'Europa, da Parigi a Pietroburgo.

Di qui il titolo, mutuato dal poemetto Il sistema de' cieli del Rezzonico 1773, che accenna implicitamente ad una contraddittoria tensione, comune a non pochi dei personaggi qui indagati, tra rassicurante dimensione provinciale ed ansia del nuovo. Di qui, anche, la duplice partizione della materia: letteratura di confine, per l'effettivo carattere periferico di alcuni luoghi della cultura padana accademie, università, collegi di Mantova, Modena, Parma rispetto ai grandi centri di produzione intellettuale, ma anche nel senso della distanza di alcuni «letterati», come Cesare Beccaria, rispetto alla predominante tradizione accademico-erudita; e letteratura, per contro, sensibile al movimento di idee del pieno e tardo Settecento, che dalla provincia volle guardare all'Europa attraverso esperienze tipiche del secolo dei Lumi come il viaggio, l'esercizio dell'attività editoriale, l'impegno politico e diplomatico.

Wílliam Spaggiari è ricercatore presso l'Istituto di Filologia moderna dell'Università di Parma. Oltre che di argomenti settecenteschi, si è occupato di storia letteraria del Cinque-Seicento le accademie gonzaghesche, Daniello Bartoli e dell'Ottocento, con studi sul giornalismo napoleonico, sul Monti «asburgico», sulla polemica classico-romantica, sui rapporti tra Pascoli e Carducci. Ha curato l'edizione delle lettere di A. Panizzi 1981, dell'autobiografia dello scienziato G. Venturi 1984, del Peccato ímpossíbíle di P. Giordani 1985, delle Avventure letterarie di P. Borsieri 1986, delle Lettere agli amici di Toscana di G. Leopardi 1989.

Indice

Premessa .
Parte I Letteratura di confine
1. L'Arcadia a corte: Giuseppe Baretti e gli "accademici sco-
nosciuti"
2. La diffusione del Dei delitti e delle pene in area estense
3. Paradisi, Beccaria e la poesia filosofica
4. Saverio Bettinelli e Ireneo Affò tra erudizione e "leggiadria"
Parte Il Dalla provincia all'Europa
1.Un illuminista in Moscovia
2. Giuseppe Pezzana editore delle opere di Metastasio
3. "In questo secolo par che non si possa essere Letterato senza
pensar liberamente": la Rivoluzione a Parma
4. Scienza, erudizione, giardini fioriti: Giambattista Venturi da
Parigi a Bema
5. Il "picciolo viaggio" elvetico di Giulia Beccaria e Alessandro
Manzoni
Indice dei nomi






newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi