Il rilassamento a induzioni variabili

Autori e curatori
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 118,      1a edizione  1995   (Codice editore 5.3)

Il rilassamento a induzioni variabili
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820490881

Presentazione del volume

Assistiamo negli ultimi decenni all'estero, e più di recente in Italia, a una proliferazione di terapie corporee in cui il fatto del "rilassamento" viene utilizzato in mescolanza con molte altre pratiche di trattamento corporeo (pratiche bioenergetiche, touching therapies, ecc.) che possono ingenerare confusione.

Si tratta di un fenomeno socio-culturale, ancor prima che terapeutico, che denuncia il ritorno di quanto era stato troppo a lungo e troppo intensamente rimosso: il corpo. Non certo il corpo oggetto della ricerca biologica e del sapere medico, ma il corpo soggettivamente vissuto, tramite di rapporti col mondo e insieme fonte e sintesi viva, in ogni momento, delle esperienze emotive di piacere e dispiacere della storia personale del soggetto desiderante.

Tuttavia è caratteristico delle nostre civiltà di massa, della cultura dei prêt-à-porter e dei mass-media, un degrado delle parole verso stereotipi culturali che, costituendosi come feticci, dispensano dallo sforzo di pensare e preservano dall'angoscia di essere.

Così è della nozione di "corpo", divenuta oggetto di manipolazioni intellettuali e commerciali, che rischia di trasformarsi in un'idea totalitaria, attraverso la quale transitano immaginaria onnipotenza e mistiche collettive della salute, aspirazioni di benessere e di godimento, da cui sono illusoriamente escluse le angosce di castrazione e di morte. Molte odierne pratiche e "terapie" corporee si ispirano, in modo più o meno evidente e consapevole, a questa figura ideologica di corpo e prospettano unicamente una scarica pulsionale, senza alcuna elaborazione correttiva per la persona.

Sicuramente non a questo ambito di pratiche corporee appartiene il rilassamento a Induzioni Variabili di cui ci parla l'Autore nel presente lavoro. Esso è invece da collocare nel filone delle psicoterapie a mediazione corporea che presentano il comune punto di partenza di considerare il corpo vissuto come campo e tramite per lo svolgimento di un progetto di cura, nel contesto di una relazione terapeutica, ed in quella particolare condizione psicofisica di passività che è il rilassamento, cioè la distensione del tono muscolare.

«La "ricaduta" di questo lungo percorso di elaborazione concettuale e metodologica (da ritenersi peraltro in fieri) ha condotto ad un nuovo metodo di psicoterapia corporea detto Rilassamento a Induzioni Variabili, di cui Michel Sapir - il suo fondatore - ci propone oggi con questo suo libro la più recente e completa messa a punto.» (Giorgio Lovera)

Indice

Premessa
Prefazione all'edizione italiana
Capitolo I
• Evoluzione storica
Capitolo I I
• La cura di rilassamento a induzioni variabili
Capitolo III
• Invio
Capitolo IV
• Rilassamento. Quando? Per chi?
Capitolo V
• La formazione
Capitolo VI
• Osservazioni
Bibliografia





  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura

    Pubblicazioni in Open Access


    Pubblicità