Riformismo e sindacalismo

Una teoria economica del movimento operaio: tra Turati e Graziadei

Autori e curatori
Livello
Dati
pp. 368,      1a edizione  1983   (Codice editore 1577.2)

Riformismo e sindacalismo. Una teoria economica del movimento operaio: tra Turati e Graziadei
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 51,50
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820453220

Presentazione del volume

Nel primi anni del XX secolo si assiste in Italia ad una vera "esplosione" del movimento operaio con caratteristiche di radicalismo e specificità per molti versi inattesi dal movimento "politico" socialista. Il problema del rapporto sindacato - partito assumerà così una dimensione essenziale nella definizione delle caratteristiche stesse del socialismo, delle sue strategie, del suo sistema teorico e di valori.

Nell'ambito di questo reticolo di relazioni Favilli analizza l'enuclearsi di quello che è possibile definire il primo tentativo di un'esperienza lib - lab nella storia del socialismo italiano. Tentativo che poté, usufruire di un solido retroterra di studi e dottrine, che si propose apertamente una sostituzione di egemonie teoriche sul movimento operaio, e che Intravide nella "centralità" del sindacato il terreno ideale dove tale operazione poteva trovare le condizioni più favorevoli alla sua riuscita.

P. Favilli, studioso di storia del socialismo e del movimento operaio, ha pubblicato fra l'altro Capitalismo e classe operaia a Piombino (1861-1918) (Editori Riuniti, Roma, 1974). Il socialismo italiano e la teoria economica di Marx (1892-1902) (Fondazione Feltrinelli - Biblipolis, Napoli, 1980). Numerosi studi, saggi, interventi critici in opere collettanee e riviste storiche.

Indice

• Saggio introduttivo
• Il movimento operaio
• Socialismo e sindacalismo
• Mezzadria e bracciantato in Romagna.