La Costituzione e i giovani: un'eredità da riscoprire

Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,   figg. 55,     1a edizione  1989   (Codice editore 1670.7)

La Costituzione e i giovani: un'eredità da riscoprire
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820431914

Presentazione del volume

L'idea che ha guidato gli Autori nel proporre alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in occasione delle celebrazioni del quarantennale della Repubblica Italiana, l'indagine nazionale di cui qui si dà conto è che la Costituzione come sistema di valori e di norme sancite all'indomani della liberazione del Paese dall'oppressione nazifascista e dai drammi della guerra deve essere rivisitata e comunicata alle nuove generazioni in una forma che consenta ai giovani di esprimere i loro valori, i loro problemi, le loro aspettative per poi confrontarle liberamente con la lettura e lo spirito del patto costituzionale.

C'è un modo di apprendere la Costituzione sui banchi di scuola che può essere considerato dai giovani come una accettazione meramente di conoscenza. Ma la Costituzione implica anche e soprattutto una condivisione affettiva, pratica, di ispirazione ideale da assumere come norma di vita concreta. In questa seconda direzione, come risulta chiaramente dalla ricerca in oggetto, le nuove generazioni hanno ancora da essere socializzate. Per esse, una parte essenziale della Costituzione come lettera e come spirito è un'eredità da riscoprire. li presente volume si muove in modo piano e semplice, anche se rigoroso, all'interno di questi problemi. Analizza i giovani italiani dai 18 ai 25 anni nelle loro vocazioni, nei loro valori privati e pubblici, nelle loro condizioni di vita. Evidenzia una galassia giovanile ad onda lunga, molto diversificata al suo interno, ancorata a valori basilari, ma anche sufficientemente disincantata, problematica, svincolata da legami politici troppo stretti.

La rete di valori giovanili che emerge dall'indagine nazionale appare tutto sommato piuttosto estranea alla nostra Costituzione, soprattutto per quanto attiene ai principi di solidarietà sociale, di accettazione dei diversi, di articolazione degli aspetti istituzionali e governativi, di uguaglianza socio-economica fra le persone. In tal senso, si può sostenere con ponderatezza che ci troviamo in presenza (oggi) di un'eredità costituzionale forse dimezzata, certo con credi (giovani) non troppo attenti e fedeli, comunque da riportare nell'alveo, almeno conoscitivo e di consapevolezza, di quello che è sicuramente il cardine giuridico-normativo della nostra convivenza civile. Al volume, è allegata una copia della carta costituzionale.

Indice

Introduzione, di A. Ardigò
1 Condizione giovanile e società italiana, di C. Cipolla
1 Una realtà giovanile sempre più pacata, segmentata e «duratura»
2. Ambiente familiare e condizione giovanile: un profondo e variegato mutamento sociale
1 I valori dei giovani oggi: una costellazione a maglia larga, di C. Cipolla
1 Un fondamentalismo discorsivo e Quotidiano
2. Modelli maschili e femminili a confronto: una convergenza a traine molto ampie
3 Una trasgressione molto conformista
4 La problematizzazione delle concezioni religiose
3 L'accettazione dei diversi, di L. Altieri
1 Il valore costituzionale dell'uguaglianza
2. Uguaglianza ma non per tutti
3 Le differenze socioculturali
4 Accettazione dei diversi e orientamenti di valore
4 Una Costituzione da riconoscere, di L. Altieri
1 Lontani, confusi e non ostili
2. Divergenze e affinità
3 .Fra estraneità e negazione
5 . I giovani si confrontano con principi, valori e diritti sanciti dalla Costituzione. Preferenze e gradi di rilevanza per sé e per la società, di A. Ardigò
6 . Doveri oltre che diritti nel rapporto fra stato e cittadini: le risposte dei giovani, di A. Ardigò
7 . Dai giovani una forte domanda di innovazione istituzionale, di C. Cipolla
8 . li percorso metodologico della ricerca, di C. Cipolla
1 . Il gruppo di supporto metodologico
2. La costruzione del questionario
3. La somministrazione del questionario
4. Un campione a base nazionale, a due stadi e casuale
5 . L'elaborazione dei dati
9 . Il questionario con la distribuzione percentuale delle risposte, a cura di C. Cipolla