Culture locali

Senso soggettivo e senso macrosistemico

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      3a edizione  1993   (Codice editore 1670.6)

Culture locali. Senso soggettivo e senso macrosistemico
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820478049

Presentazione del volume

L'Europa è luogo di molte culture, dove il tempo della storia ha scandito le unioni e i distacchi, tracciando confini e annullando frontiere, formando stati, frantumando imperi, muovendo popoli per ogni dove nella successione dei secoli. Ma le radici della civiltà europea affondano ben sotto il terreno degli eventi, e si nutrono con gli umori del mito e delle sapienze arcaiche che hanno conservato la fertilità originaria del vecchio continente per il loro essere vincolate a piccole unità di cultura, dove la produzione di senso esistenziale ha come attore individuale la persona cosciente di essere parte di una comunità di destino.

L'Europa moderna è il risultato composito di questa ricchezza di culture locali, regionali, che sono i veri centri da cui si è irradiato il sistema dì valori su cui poggia ancora la nostra identità culturale. Muovendo dalle culture regionali determinate innovazioni ed esperienze sono divenute idee portanti della visione del mondo europea che acquista valore universale dalle sue preziose diversità, sfavillanti nel mosaico unitario.

Ulderico Bernardí insegna sociologia all'Università di Venezia. Membro del Comitato Italiano dell'Unesco per il decennio dello sviluppo culturale, esperto della Comunità di lavoro delle Alpi Orientali - «Alpe-Adria», si occupa di «minoranze» etniche e di comunità locali dove il rapporto fra persistenza e mutamento ha modo di manifestarsi in riferimento agli specificì sistemi di valori. Tra le sue pubblicazioni più note su questi temi: Una cultura in estinzione (Venezia, 1975); Le mille culture (Roma, 1976); I labirinti della sociologia (con G. Barbiellini Amidei - BariRoma, 1977 e 1979); Il villaggio operaio di Crespi sul] Adda (in Aa.vv., Villaggi operai, Torino, 1981); Comunità come bisogno, (Milano, 1981); Famiglia e sviluppo sociale nelle opere di Frédéric Le Play (Milano, 1981); Abecedario dei Víllaní (Treviso, 1981); Le radici dei giorni (Firenze, 1985 e 1987); Paese Veneto (Firenze, 1986); La cucina delle generazioni (Venezia, 1988).

Indice

Introduzione
1 .Integrazione multicuituralismo e relazioni interetniche
2. Comunità e culture locali tra persistenza e mutamento
3. Ambiente e storia per il radicamento
4. Forme della persistenza
5. Centralismo e federalismo
6. Lo stato delle autonomie
7. Frederic Le Play, sociologo dello sviluppo comunitario
8. Religiosità e dominio simbolico
9. li valore della solidarietà
Appendice «Rapporto sulla necessità e sui mezzi d'abolire i Dialetti rozzi, e di rendere l'uso della lingua francese universale» (letto da Grégoire all'adunanza del 16 Pratile, l'anno 2' della Repubblica una e indivisibile)
Indice dei nomi