Osservatorio della pesca campana

Rapporto 1996

Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,   figg. 99,     1a edizione  1998   (Codice editore 758.4)

Osservatorio della pesca campana. Rapporto 1996
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846409034

Presentazione del volume

La struttura produttiva della pesca in Campania si caratterizza per l'elevato grado di artigianalità che si traduce nella massiccia presenza di battelli della piccola pesca e nella ridotta dimensione media dei natanti. Le caratteristiche tecniche delle imbarcazioni e la bassa produttività delle aree di pesca sono la causa principale dei risultati non particolarmente positivi del settore peschereccio campano. Inoltre, il sovradimensionamento della flotta costituisce un problema particolarmente delicato nel rapporto tra capacità produttiva del settore e risorse, determinando livelli di produzione e di attività notevolmente inferiori a quelli medi nazionali. Tuttavia, al di là delle limitazioni relative alla fase produttiva, la domanda di prodotti ittici in Campania assume dimensioni rilevanti, in parte per la forte componente demografica localizzata lungo la fascia costiera, in parte per il profondo interesse e la familiarità del consumatore campano in relazione allo specifico prodotto. L'elevato livello dei consumi regionali continua a rappresentare l'elemento caratterizzante il mercato regionale e influisce nella determinazione dei prezzi remunerativi per i produttori campani. Nel corso del 1996 nonostante lo sforzo complessivo di pesca sia aumentato (sia in termini di capacità che di attività) la produzione fisica e in valore è risultata sostanzialmente stabile mentre i costi hanno subìto un notevole incremento determinando una forte contrazione del valore aggiunto e del profitto lordo prodotto dal settore.

Tra le novità di questa edizione dell'Osservatorio va sottolineato l'inserimento del segmento produttivo circuizione tonno che riveste in ambito locale e nazionale un indubbio rilievo. L'importanza assunta della pesca del tonno esercitata in provincia di Salerno travalica i confini nazionali e risulta fortemente intrecciata con dinamiche internazionali. Da un lato la partecipazione attiva dell'Italia all'Iccat, organismo di gestione internazionale, e i limiti futuri imposti alla pesca del tonno, e dall'altro l'individuazione del segmento tonno nel Piano di orientamento pluriennale europeo dimostrano l'importanza e l'attualità delle problematiche gestionali e operative del settore.

Indice

L'andamento del settore nel corso del 1996
(Il settore nel corso del 1966; Le condizioni strutturali; L'andamento produttivo; Catture e plv; Costi di produzione, valore aggiunto e profitto lordo; La performance produttiva)
La struttura produttiva
(Composizione e variazioni della flotta; Entrate e uscite per sistemi e per compartimenti; La flotta peschereccia campana per sistemi di pesca, per classi di stazza, per compartimenti)
La produzione
(Catture, ricavi e prezzi per gruppi di specie; Indicatori di produzione per sistemi di pesca e per compartimenti)
Gli indicatori economici relativi alla produzione della pesca marittima in Campania
(La produttività per sistemi di pesca; La produttività per compartimenti; Effetti del fermo biologico di pesca sulla produzione e sul valore del pescato).




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi