Produzioni biologiche e adattamento d'impresa

Livello
Dati
pp. 240,   figg. 55,     1a edizione  1996   (Codice editore 237.10)

Produzioni biologiche e adattamento d'impresa
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820493912

Presentazione del volume

Il volume è dedicato all'analisi dell'offerta dei prodotti ottenuti con le tecniche dell'agricoltura biologica.

Il punto di riferimento generale dell'analisi è costituito dalla teoria dei mercati di concorrenza imperfetta (nell'accezione assegnata dalla Robinson al termine). I'offerta dei prodotti biologici, infatti, si configura come una differenziazione del prodotto rispetto a quelli preesistenti ed una evoluzione del settore da condizioni più propriamente riconducibili alla concorrenza perfetta a quelle proprie della concorrenza monopolistica.

Ciò comporta l'affrontare il problema della definizione delle condizioni di equilibrio dell'impresa che offre tali prodotti. Esso viene trattato all'interno della teoria economica standard dell'impresa e porta a concludere che l'adozione di tecniche biologiche sia fattibile in presenza di almeno una condizione quale: l'esistenza di premi a favore delle imprese che adottano le tecniche a minor impatto ambientale, o l'applicazione di canoni da inquinamento a carico di quelle che ricorrono alle tecniche convenzionali, o, infine, l'esistenza di una sensibilità del consumatore all'impiego di prodotti potenzialmente inquinanti.

Queste conclusioni d'ordine teorico sono impiegate per sviluppare l'analisi di una serie di casi aziendali di unità produttive che adottano tecniche biologiche. Essa evidenzia come le condizioni di tali unità produttive sono differenziate rispetto a quelle delle aziende che ricorrono a tecniche convenzionali sia per quanto riguarda il volume ed il valore dell'output, che la quantità ed il costo degli input.

Le principali conclusioni del lavoro evidenziano che, se l'operatore pubblico intende favorire la diffusione delle tecniche a più contenuto impatto ambientale e non intende adottare sanzioni monetarie a carico delle imprese convenzionali si trova di fronte ad una duplice alternativa: o deve sostenere dei costi per trasferimenti a favore delle aziende biologiche, o deve favorire una significativa differenziazione, nella percezione del consumatore, dei prodotti di queste ultime rispetto a quelli ottenuti dalle altre imprese.

Mario Gregori è professore associato di Istituzioni di economia e statistica agraria nella Facoltà di Agraria dell'Università di Udine. Ha svolto attività di ricerca scientifica nel settore dell'economia della produzione, in quello della formazione della politica agraria ed in quello dell'economia ambientale. Mario Prestamburgo è professore ordinario di Economia e politica agraria nella Facoltà di Economia e commercio dell'Università di Trieste. La sua attività scientifica ha riguardato molteplici settori, con particolare interesse per le più moderne tecniche di analisi aziendale, l'analisi degli investimenti in agricoltura, la programmazione dello sviluppo economico ed i problemi connessi alla tutela e valorizzazione dell'ambiente rurale. È membro del Comitato di progetto del Progetto finalizzato Cnr Raisa.

Indice



Presentazione, di Carmelo Schifani
1. Agricoltura biologica e forme di mercato, di Mario Prestamburgo
1. I mercati agricoli e la teoria di formazione del prezzo
2. La genesi dei mercati non concorrenziali
3. Il mercato dei prodotti agricoli biologici: un approccio nell'ambito della concorrenza monopolistica
4. La determinazione del prezzo e della quantità di equilibrio nella produzione biologica in regime di concorrenza monopolistica
5. I limiti della concorrenza monopolistica e considerazioni conclusive
6. Considerazioni conclusive
2. Tecniche biologiche e equilibrio d'impresa: elementi per uno schema interpretativo, di Mario Gregori
1. Premessa
2. La normativa nazionale e comunitaria relativa ai prodotti dell'agricoltura biologica
3. Il modello analitico
4. Appendice
3. Il ruolo dell'agricoltura biologica nel settore primario del Friuli-Venezia Giulia, di Mario Gregori
1. Le principali caratteristiche dell'agricoltura del Friuli-Venezia Giulia
2. Il settore biologico
3. Considerazioni di sintesi
4. I risultati economici delle aziende biologiche casi di studio, di Mario Gregori
5. Aziende biologiche ed aziende convenzionali: un confronto dei risultati economici, di Mario Gregori
1. Il metodo
2. I risultati dell'analisi
3. Valutazioni conclusive
6. Un'analisi economica comparata dei processi produttivi biologici e di quelli convenzionali, di Mario Gregori
7. Considerazioni di sintesi, di Mario Gregori
Allegati
1. Schede riassuntive delle aziende biologiche rilevate
2. Schede colturali delle produzioni biologiche e convenzionali rilevate