La sala degli specchi

Pratiche scolastiche di educazione interculturale in Europa

Autori e curatori
Contributi
Olga Bombardelli, Michele Caputo, Giovanna Cipollari, Margherita Giromini, Milena Santerini, Piergiorgio Todeschini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 368,   1a ristampa 2005,    2a edizione  2001   (Codice editore 292.24)

La sala degli specchi. Pratiche scolastiche di educazione interculturale in Europa
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846414588

Presentazione del volume

L'indagine che presentiamo, a più mani, è un saggio di educazione comparata, cioè essenzialmente un atto di curiosità: siamo andati a vedere in alcuni Paesi europei che cosa si dice e cosa si fa in materia di 'Educazione Interculturale'. Le ragioni sono ovvie, dal momento che la scolarizzazione dei figli degli immigrati rappresenta una delle emergenze della ricerca educativa; come sono evidenti i motivi che hanno indotto a scegliere Paesi-indice come la Francia, la Gran Bretagna, la Svizzera e la Germania, con esperienze consolidate di scolarizzazione dei figli degli immigrati.

La nostra ricerca consente di rilevare la costruzione progressiva - per tentativi ed errori - di un 'oggetto di interesse' inedito, peraltro secondo una sequenza ricorrente. Si passa da una fase di 'invisibilità', durante la quale il fenomeno della presenza a scuola di soggetti culturalmente estranei viene ignorata in quanto problema specifico, ad una fase di 'patologizzazione', durante la quale il fenomeno viene percepito nella sua rilevanza, ma per essere ricondotto al dejà vu: le situazioni di insuccesso scolastico delle periferie sociali degradate.

Si approda infine ad una fase di 'culturalizzazione', che matura come presa di coscienza che il problema ha una sua irriducibilità, dovuta alla effettiva 'alienità' dei sopravvenuti. È a questo punto che si impone una definizione differenziale sia del problema che delle strategie di affrontamento: la questione, ora, è posta dal 'diverso' e dal suo diritto a conservarsi tale, ma comincia a diventare quella di riorientare in termini interculturali l'educazione di tutti, a partire dai 'locali'. Ci si accorge così che l'Educazione Interculturale è il nome attuale dell'innovazione scolastica e didattica. E come sempre accade nei Paesi occidentali, si predica bene e si razzola male, con le solite eccellenze delle élites professionali.

La 'verità' dell'Intercultura scolastica è stata indagata a due livelli: non solo la mediazione pedagogica 'alta', ma soprattutto i mediatori didattici di aula, di cui esaminiamo in dettaglio consistenza materiale e qualità formativa. E la conclusione è sorprendente: mentre si occupa degli stranieri, l'Educazione Interculturale riscopre i problemi interni della cultura ospite... Di qui il titolo: la "sala degli specchi".

In questa ricostruzione, ci occupiamo anche dell'Italia, che si distingue perché l'Interculturalità si sta sviluppando 'a rovescio', oggetto pedagogico 'mediatico' più che reale, eco di dibattiti culturali prima che (non ancora) di dimensioni scolasticamente 'invasive'.

Elio Damiano , insegnante e dirigente scolastico (scuola primaria e secondaria), docente universitario (Cattolica, di Brescia e di Milano, Bari, Bergamo), oggi è ordinario di Didattica Generale a Parma. Si occupa di innovazione scolastica e di modelli d'insegnamento. Ha pubblicato, in volume: Funzione Docente (Brescia, l976), Problemi della ricerca pedagogica (Milano, l983), Società e Modi dell'Educazione. Verso una teoria della Scuola (Milano l984-l989), L'Azione Didattica. Verso una teoria dell'insegnamento (Roma l993), Homo Migrans. L'educazione interculturale a scuola (Milano l998); Adro Tempo Pieno (Brescia l977), Insegnare con i Concetti (Torino, l994), Il Dilemma del Centauro. Stato dell'arte della ricerca su Didattica generale e Didattiche disciplinari (Milano l996).

Indice



Elio Damiano , La "sala degli specchi". Intercultura e scuola nei curricoli europei Rapporto di sintesi
Michele Caputo, Pedagogia nazionale ed universalismo laico. Le pratiche interculturali nella scuola di Francia
Olga Bombardelli, Accogliere differenziando. L'intercultura nel sistema scolastico della Germania federale
Margherita Giromini, Il conflitto organizzato. Educazione interculturale e antirazziale in Gran Bretagna
Milena Santerini, Il Paese dei paradossi. L'educazione interculturale nella Confederazione svizzera
Piergiorgio Todeschini, Michele Caputo, Giovanna Cipollari, Dall'alto e dal basso. L'innovazione interculturale in Italia.