Le scelte per lo sviluppo

Mese del sociale 1999

Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,   figg. 16,     1a edizione  2000   (Codice editore 139.15)

Le scelte per lo sviluppo. Mese del sociale 1999
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846419866

Presentazione del volume

Nel suo tradizionale appuntamento di metà anno il Censis ha organizzato quattro incontri per riflettere e immaginare soluzioni rispetto ad alcune ipotesi che sembrano emergere: che il Paese non trovi stimoli adeguati per uscire da una ormai troppo lunga inerzia economica; che nel Paese si vada diffondendo un disagio sociale collettivo e trasversale, non spiegabile con la somma di tanti specifici segmenti di disagio; che nel Paese si vada facendo sempre più chiara una inadeguatezza dei poteri, più precisamente una incapacità di un sistema di vitale policentrismo a tramutarsi in una rete di poteri responsabili.

Le scelte per lo sviluppo presenta i documenti utilizzati come spunto di discussione e il resoconto dei dibattiti dei tre seminari interni e della Convention conclusiva.

Indice


Introduzione
(Gli automatismi virtuosi e le politiche di sviluppo; Il documento di base; Gli interventi dei partecipanti)
Il disagio individuale e il disagio collettivo
(Il documento di base; Gli interventi dei partecipanti)
Il consenso e le istituzioni
(Il documento di base; Gli interventi dei partecipanti)
Uscire dell'inerzia ridando potenza al modello Italia
(Dalle potenzialità sociali ai poteri per lo sviluppo; L'inerzia economica; Il disagio sociale; L'ingarbugliamento degli assetti di potere; La chiave della diagnosi: l'inadeguatezza dei poteri; L'ideologia delle regole e degli automatismi; Il fascino del policentrismo; La sclerosi statalista del politico; L'innamoramento per la "terza via"; Dalle potenze ai poteri: una classe dirigente poliarchica; Poliarchia e sistema socioeconomico; Questioni di tattica)
I riferimenti fenomenologici
(Uscire dallo sviluppo inerziale; Offrire condizioni di sicurezza e soddisfazione personale; Dare centralità alla poliarchia).