Una donna nuova.

Il femminismo scientifico di Maria Montessori

Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 324,   2a ristampa 2020,    2a edizione  2003   (Codice editore 1573.270)

Una donna nuova. Il femminismo scientifico di Maria Montessori
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 37,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846422415

Presentazione del volume

Maria Montessori appartiene senza dubbio al gotha degli scienziati italiani più conosciuti e celebrati all'estero; la sua pedagogia e le sue scuole hanno avuto una diffusione straordinaria in tutto il mondo. Eppure, a fronte di tanta fama, la ricerca storica non le ha riservato particolare attenzione, specie in Italia.

Questo volume si occupa di Maria Montessori "prima del metodo" e ne propone un'immagine inedita, sinora sfuggita alle ricostruzioni biografiche correnti: quella di giovane medico, psichiatra, femminista impegnata in ambito sociale e docente di antropologia nell'Ateneo romano. Attraverso una scrupolosa ricostruzione storica della cultura scientifica e delle vicende politiche e sociali dell'Italia a cavallo tra '800 e '900, le autrici tracciano (ricorrendo anche a fonti inedite e d'archivio) il percorso intellettuale e personale della giovane Montessori fino all'esperienza delle Case dei bambini. Ne emerge un itinerario inconsueto ed esemplare di "donna nuova": figura di primo piano nel femminismo nazionale e internazionale; impegnata nelle attività sociali a fianco delle nobildonne romane; militante nel giornalismo di denuncia; vicina al mondo della politica e della massoneria; originale e coraggiosa anche nella vita privata. In quell'intreccio di medicina, politica sociale e femminismo pratico che costituisce la formazione "militante" della giovane Montessori, le autrici colgono le radici dello straordinario esperimento pedagogico delle Case dei bambini, primo luogo di elaborazione del Metodo .

Un affresco della cultura e della società italiana in epoca giolittiana in cui si formò e non mancò d'incidere quella giovane Montessori che di lì a poco sarebbe stata indicata come "the most interesting woman of Europe".

Valeria P. Babini è professore di Storia della psicologia nel Dipartimento di filosofia dell'Università di Bologna. Coautrice dei volumi: Tra sapere e potere. La psichiatria italiana nella seconda metà dell'800 (Il Mulino, 1982) e La donna nelle scienze dell'uomo (Angeli 1986), ha poi pubblicato con Il Mulino La vita come invenzione. Motivi bergsoniani in psichiatria (1990) e ha curato la parte su La psichiatria per la Storia delle scienze (Einaudi, 1994). Recentemente ha pubblicato un'antologia di Scritti psicologici di Théodule Ribot (Clueb, 1996) e il volume La questione dei frenastenici. Alle origini della psicologia scientifica in Italia (1870-1910 ), Angeli 1996.

Luisa Lama si è occupata di storia delle istituzioni e dell'Università su cui ha pubblicato alcuni saggi e nel 1987 il volume Comune, Provincia, Università . Le convenzioni a Bologna fra Enti Locali e Ateneo (1877-1979) , in occasione del IX centenario dell'Ateneo bolognese; ha inoltre collaborato all'opera L'Università in Italia fra età moderna e contemporanea. Aspetti e momenti a cura di G. Brizzi e A. Varni (Clueb, 1991). Nel 1993 ha pubblicato la biografia intellettuale di Alessandro Ghigi, rettore dell'Università di Bologna negli anni trenta del '900 ( Da un secolo all'altro , Clueb).

Indice


Premessa. The most interesting woman of Europe
Formazione, progetti e conquiste di una donna nuova
(Gli anni dell'Università; Dalla laurea al podio di Berlino; La scoperta del valore dell'infanzia; Organizzazione e impegno nel movimento per l'infanzia degenerata; La conferenziera: divulgazione scientifica e miserie sociali; Il 'femminismo scientifico'; Tra piume e strascichi: il Congresso femminile di Londra; Il sodalizio scientifico, professionale e affettivo con il collega Montesano)
Battaglie femministe e orizzonti scientifici
(L'allieva del ministro Baccelli al Magistero femminile; Il discorso sulla 'necessità' del femminismo; Un'antropologa scomoda. Libera docenza e ricerche scientifiche; Voto e lavoro intellettuale nella Società "Pensiero e Azione"; La militanza giornalistica; La 'Casa dei bambini': un laboratorio nel quartiere San Lorenzo)
Per un'umanità nuova
(Al primo congresso nazionale delle donne italiane; L'educazione religiosa nelle scuole elementari divide il congresso; Le donne si confrontano sul "Suffragio"; L'intervento di Maria Montessori : educazione e morale sessuale; L'incontro con Alice Hallgarten e Leopoldo Franchetti; A Milano con l'Umanitaria; Gli 'addii')
Lo scienziato é il religioso della natura .