La Toscana sulla scena

Lo spettacolo dal vivo in Toscana: forme di consumo e struttura del mercato (1980-1998)

Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2000, allegati: floppy disk   (Codice editore 774.40)

La Toscana sulla scena. Lo spettacolo dal vivo in Toscana: forme di consumo e struttura del mercato (1980-1998)
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846422477

Presentazione del volume

La Toscana si caratterizza comunemente come una regione dalla vita culturale ricca e qualificata: e lo spettacolo dal vivo (il teatro, la musica, la danza) indubbiamente concorre a definire questa immagine. La Toscana è una terra in cui, molto spesso, il patrimonio storico e artistico e la qualità del paesaggio si fondono con un'offerta culturale, radicata nel presente, che contribuisce non poco a costruire l'identità stessa della regione.

Questa ricerca dell'Irpet punta ad un duplice obiettivo: da una parte, essa vuole offrire un panorama informativo ampio e dettagliato sulla dinamica dei consumi dello spettacolo dal vivo in Toscana, analizzando i fenomeni all'interno di un lungo arco temporale, in una chiave di comparazione tra le varie regioni italiane e con un'attenzione particolare anche alle differenze all'interno della regione; dall'altra parte, essa vuole offrire un'interpretazione quanto più possibile articolata della particolare struttura che caratterizza il mercato dello spettacolo dal vivo in Toscana. Sulla base di un'elaborazione delle fonti Siae, la ricerca analizza le tendenze dell'offerta (il numero degli spettacoli, dei concerti e delle rappresentazioni), le dimensioni e l'evoluzione della domanda (le presenze del pubblico), la dinamica della spesa. Inoltre, vengono costruiti e analizzati alcuni indici, tra cui la presenza media di spettatori e il livello dei prezzi medi, per i vari settori, che consentono, nelle conclusioni, di avanzare anche alcune ipotesi sugli effetti e le potenzialità delle politiche pubbliche per lo spettacolo.

Antonio Floridia è dirigente di ricerca dell'Irpet, all'interno dell'Area tematica "Società, istituzioni, economia pubblica". Nell'ambito delle tematiche legate alla cultura e alle politiche culturali, ha curato il volume I consumi culturali e ricreativi in Toscana (Irpet, 1988), ha pubblicato numerosi articoli e interventi, tra cui recentemente il saggio "I beni culturali, tra valutazione economica e decisione politica" (Irpet, 1999).

Indice


Luigi Morelli , Presentazione
Parte I. Il quadro di insieme
Le dimensioni dell'offerta
(La Toscana nel contesto italiano; Il quadro interno della regione)
La domanda e le dimensioni del pubblico
(La Toscana nel contesto italiano; Il quadro interno della regione)
La spesa del pubblico
(La Toscana nel contesto italiano; Il quadro interno della regione)
Spettacoli, biglietti e spesa: una prima valutazione d'assieme
(Il quadro regionale; Il quadro provinciale)
Parte II. Settori e segmenti del mercato
Il teatro
(Il quadro regionale: l'offerta, il pubblico, la spesa; Il quadro provinciale)
La lirica e la danza
(Il quadro regionale: l'offerta, il pubblico, la spesa; Il quadro provinciale; La danza e il balletto (1995-1998))
La musica classica
(Il quadro regionale: l'offerta, il pubblico, la spesa; Il quadro provinciale)
La musica leggera
(Il quadro regionale: l'offerta, il pubblico, la spesa; Il quadro provinciale)
Parte III. La struttura del mercato
Pubblico, incassi e prezzi medi
(Il teatro; La lirica, il balletto e la danza; La musica classica; La musica leggera; Un confronto tra settori)
Il profilo del pubblico e le strategie dell'offerta
(Un pubblico fedele di appassionati o un pubblico "scoraggiato" dai prezzi?; Le politiche per lo spettacolo dal vivo: alcuni elementi di riflessione).