Risultati ricerca

La ricerca ha estratto dal catalogo 27 titoli

Riccardo Prandini, Gianluca Maestri

Cibo, stili di vita, salute

Un’indagine empirica nel territorio della Asl di Reggio-Emilia

Il libro presenta una ricerca dedicata al servizio sperimentale GET - Gruppi di Educazione Terapeutica per il trattamento dell’obesità in età pediatrica, avviato nella Città di Reggio Emilia presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale Santa Maria Nuova. Il volume offre una pluralità di riflessioni prendendo avvio dalla prospettiva della sociologia della cultura, per cercare di comprendere il ruolo delle culture famigliari, del territorio e dei servizi sanitari, in relazione all’obesità infantile.

cod. 11970.2

Andrea Bassi, Paola Miolano

Leadership al femminile e Cooperazione

Un binomio virtuoso

La presente ricerca approfondisce il tema della disparità di genere osservata ai vertici del mondo aziendale. Lo studio analizza se e in che misura l’ingresso di milioni di donne nel mondo del lavoro abbia trovato corrispondenza nella possibilità di occupare posizioni apicali e dirigenziali da parte di quest’ultime. Si propone di rilevare quale sia il loro attuale contributo alla creazione di valore non solo economico ma anche culturale e sociale nel percorso di continua conquista di diritti e di partecipazione attiva nella comunità. L’ambito di indagine concerne lo sviluppo di tale fenomeno in Italia con un approfondimento sull’Emilia-Romagna in particolare.

cod. 11520.5

Andrea Bassi, Massimo Marcuccio

Orientarsi nel quotidiano: competenze di lettura nella popolazione anziana

Una indagine quanti-qualitativa a Ravenna

Il volume presenta i risultati di un’indagine quanti-qualitativa (mixed methods research) su un campione di anziani associati a cinque associazioni di promozione sociale operanti nel territorio di Ravenna. L’indagine si propone di rilevare il fenomeno del cosiddetto “analfabetismo di ritorno” o “analfabetismo funzionale” e come questo condizioni di fatto la possibilità di essere cittadini in senso pieno. Un testo per studenti universitari, ma anche per tutti coloro che si occupano di politiche sanitarie e socio-assistenziali.

cod. 1520.809

Alessandro Fabbri

Investimento sociale e Welfare Society.

La morfogenesi della Croce Rossa Italiana

Il volume costituisce uno studio di caso sociologico sulla Croce Rossa Italiana, non soltanto per ricostruirne la morfogenesi come Ente di Terzo Settore, ma soprattutto per identificarne i punti di forza e di debolezza, nonché le opportunità e le minacce che dovrà affrontare nel futuro. Dalle più tradizionali attività di soccorso nelle emergenze a un sempre più marcato impegno assistenziale, fino a un’embrionale partecipazione alle politiche di investimento sociale, la CRI emerge oggi come una realtà di primo piano nella welfare society.

cod. 1534.2.44

Andrea Bassi

Questioni di metodo 2.0

Elementi di epistemologia, metodologia e tecniche di ricerca per le scienze sociali

Il volume si rivolge agli studenti universitari di ogni ordine e grado proponendo a ciascuno – in ragione del proprio capitale culturale e del proprio capitale sociale – alcuni strumenti teorico-metodologici che consentano loro di osservare la società tardo-moderna assumendo propriamente uno sguardo sociologico.

cod. 1520.802

Andrea Bassi

Lavoro, imprenditorialità e cooperazione.

Indagine sugli orientamenti degli studenti di Scuola secondaria di secondo grado nel Comune di Forlì

La ricerca intende offrire un quadro degli orientamenti degli adolescenti nei confronti della forma di impresa cooperativa e far emergere se vi siano e quali siano i canali di trasmissione dei valori cooperativi a livello intergenerazionale, indagando sulle figure di adulti di riferimento (insegnanti e familiari) degli studenti coinvolti nell’indagine.

cod. 1043.85

Sociologo a tutto tondo, Achille Ardigò fu un grande uomo e un grande scienziato sociale che fuse in sé vita e opera, riflessione e azione, credenza e laicità. Il volume indaga il suo impegno nelle attività istituzionali, in cui seppe operare senza mai perdere la ricchezza intellettuale e metodologica acquisita con la sua esperienza di sociologo accademico.

cod. 1047.28

The relationship between scientific discourse and ethics is at the heart of sociological thought since its founding as an autonomous scientific discipline. The starting point is certainly to be found in the distinction between "ethics of conviction" and "ethics of responsibility" advanced by Max Weber. The theme runs through the entire theoretical elaboration of the ‘900 and is one of the central themes of the branch of sociology that specializes in the analysis of scientific activity, otherwise called Sociology of Science (and later Sociology of Sociology). On the basis of this tradition, so to speak hidden within the sociological knowledge, in this paper the Author propose to analyze the validity of the scientific discourse in the social sciences through the use of three semantic criteria: the true, the good and the right. Which in turn refer to three dimensions of scientific activity: the truth, consistency and accountability; belonging respectively to three different sets of values and ethical (codes): ethics, aesthetics and public ethics. These criteria - truth, consistency and responsibility - will be re-specified, following the categories of analysis of the relational paradigm, into the different dimensions of scientific knowledge: ontology, epistemology, methodology and pragmatic.

Il volume offre una panoramica sul ruolo della formazione nel volontariato. Per il volontariato formare è un’azione che non lascia spazio alla delega, che non si rifugia nel sapere tecnico, che rende le persone libere e capaci di scegliere. Una riflessione interdisciplinare per tutti coloro che, per passione o per mestiere, scommettono sulla formazione come leva di cambiamento e di fiducia nel futuro.

cod. 1042.84

Obiettivo del volume è analizzare le politiche sociali e le loro implicazioni per quanto attiene al tema dei diritti sociali di cittadinanza, con particolare riferimento a tre aree prioritarie (famiglia e infanzia, invecchiamento attivo, immigrazione), al fine di individuare principi, metodologie e pratiche innovative, nonché gli esiti prodotti nei contesti sociali.

cod. 1534.2.39

Ivo Colozzi

Dal vecchio al nuovo welfare.

Percorsi di una morfogenesi

Il contributo del comitato scientifico della Sezione Politica sociale dell’Associazione Italiana di Sociologia al dibattito sul rinnovamento del welfare state italiano, con particolare riferimento all’ambito dei servizi e degli interventi sociali territoriali.

cod. 1534.2.36

Andrea Bassi

Etiche religiose. E lo spirito dei modelli di welfare state in Europa

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 3 / 2012

The paper is organized in four sections. Section one presents a brief overview of how the classical sociological theories deal with the religious phenomenon in Western societies. The following section discusses the secularization theory as offered by Norris and Inglehart in Sacred and Secular (2005), where the classic functionalist theory of secularization - that religion would gradually fade in importance and cease to be significant with the emergence of industrial society - is criticized and, a new theory of secularization as a social process linked to the level of existential (un)security occurring in a country is developed. Within this framework, the role of the welfare safety net, and other effective delivery of government services, is analyzed as a means for many people to reduce their vulnerability to sudden, unpredictable risks. Section three investigates the relationship between religion and social policies. Starting from the recognition that the role of religious denominations has been neglected by the comparative studies on welfare state models, we suggest a new classification of welfare systems based on the mainstream religions existing in a country. The different welfare regimes are analyzed along the line Catholic vs. Protestant (Southern vs. Northern welfare models), and along the line Lutherans vs. Calvinist reformed churches (East/West welfare systems). The fourth section illustrates five analytic dimensions of the relationship between religion and welfare state systems. The five dimensions are the following: the principles and the moral norms (precepts) of religious doctrines; the agencies and services directly managed by religious institutions; the political parties with a religious orientation; the cultural orientation and values of the public opinion; the relations between the Church and the public institutions.

Andrea Bassi

Presentazione

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 3 / 2012

Andrea Bassi, Birgit Pfau-Effinger

Lo spirito del welfare

Il testo affronta da diverse angolature le molteplici sfaccettature del rapporto complesso e articolato tra religione e politiche sociali, con l’obiettivo di rivalutare il ruolo che la religione ha svolto e svolge nella configurazione dei sistemi di welfare in Europa e nel mondo.

cod. 1534.4.33

Pierpaolo Donati, Ivo Colozzi

Il valore aggiunto delle relazioni sociali

I risultati di una ricerca PRIN (2007), intitolata Reti societarie, capitale sociale e valorizzazione dei beni pubblici, che ha avuto l’obiettivo di analizzare sul piano quantitativo e qualitativo come il capitale sociale contribuisca a valorizzare i beni pubblici. I contributi presentati danno indicazioni su come intendere e misurare il capitale sociale e i beni che esso produce.

cod. 1534.4.28

Laura Tieghi, Mirca Ognisanti

Seconde generazioni e riuscita scolastica.

Il progetto SeiPiù

Frutto delle riflessioni emerse durante il convegno SeiPiù. Seconde generazioni e riuscita scolastica, il volume si propone di ricostruire il vasto confronto che si è tenuto sul tema della riuscita scolastica dei giovani studenti stranieri di prima o seconda generazione, analizzando i percorsi di integrazione dei ragazzi, gli strumenti per interagire con il gruppo e creare benessere e autostima, il ruolo della famiglia, il genere e i percorsi femminili.

cod. 1534.2.29

Social Cohesion, Social Inequalities and Health. A Comparison of Neo- Durkheimians, Neo-Weberians and Neo-Marxians Approaches - The aim of the article is to introduce a wide bibliography in the field of social epidemiology concerning the social determinants of health in developed societies. The key point is about the role that the concept of social cohesion held inside the research program of Richard Wilkinson, the main author of the neo-durkheimian approach to the socio-economic determinants of health. Wilkinson, analysing a huge amount of data from several international surveys, suggests a causal relation between level of income distribution, degree of social cohesion and health status of a population. This relationship is consistent with a variety of indicators: life expectation, death rate, specific death rates, infant mortality, etc. To Wilkinson, the more egalitarian societies (societies with less income inequalities and with high level of social cohesion) are the one that show the higher levels of healthy population. Bassi analyses the works of the authors that criticize the neo-durkheimian approach and that adopt neo-marxian or neo-weberian approaches. The former give a central role to the social stratification e to class differences, the latter giving emphasis to the socio-economic status and the self-perception of personal well-being. Finally, the Author presents the researches of those scholars that follow Wilkinson’s analyses with the intention to improve it and to add new variables in the process of explanation. Keywords: social cohesion; social inequalities; health; social theory.