LIBRI DI CINZIA ANGELINI

Benedetto Vertecchi

I bambini e la scrittura

L'esperimento Nulla dies sine linea

Molti studenti incontrano una certa difficoltà nell’uso del linguaggio scritto. La crescente abitudine a usare mezzi digitali sembra difatti all’origine di una perdita della capacità di produrre i segni e di organizzarli per formare un testo. La ricerca ha voluto verificare se il passaggio dalla scrittura manuale a quella mediata da apparecchiature automatiche non comportasse perdite nella qualità delle operazioni mentali implicate e, di conseguenza, degli apprendimenti.

cod. 1326.1.19

Cinzia Angelini, Fabio Bocci

L'arte di scrivere

Prospettive a confronto

Perché un libro sulla scrittura? Per riaffermarne l’importanza e la polivalenza. All’interno del volume il tema scrittura è presentato da prospettive differenti ma interagenti. Ogni autore ne mette in luce una potenzialità: dal potenziamento delle capacità linguistiche, cognitive e del pensiero critico alla scrittura in lingua facile per favorire i processi di inclusione; dalla scrittura manuale in L2 a vantaggio dell'apprendimento della lingua straniera, ma anche del miglioramento della lingua madre, alla dimensione narrativa della scrittura che guida la costruzione di processi identitari.

cod. 10292.7

Cinzia Angelini

Elementi per una educazione comprensiva.

Percorsi verso la qualità

La riflessione sugli stili di apprendimento che attraversa i vari saggi del volume è stata il punto di partenza per lo sviluppo del progetto DEAL – Digital Era Approaches to Learning/Un osservatorio sull’apprendimento nell’era digitale. L’auspicio è che la collaborazione tra esperti e la positiva contaminazione tra discipline educative possano convergere verso un punto d’arrivo comune: fornire alle giovani generazioni di allievi e studenti strumenti innovativi e diversificati, che contribuiscano ad aprire spiragli di speranza in un successo scolastico ed educativo equo e ampiamente distribuito.

cod. 1326.3.9

Cinzia Angelini, Antonella Poce

L'apprendimento nei musei

Un'indagine internazionale

Il volume ha preso in analisi il livello di apprendimento degli adulti nelle mostre temporanee. Grazie alla collaborazione di quattro musei in diversi paesi europei (Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi), la raccolta di 1013 questionari somministrati a visitatori adulti, le informazioni fornite dai curatori delle diverse mostre e l’analisi lessicometrica è stata possibile una valutazione delle conoscenze acquisite da parte dei fruitori e dello sviluppo di competenze da parte di un pubblico di diversa età e specializzazione.

cod. 1326.5.8

Cinzia Angelini

L’apprendimento degli adulti nelle mostre temporanee

CADMO

Fascicolo: 1 / 2015

Can adult learning be measured at the end of a visit to a temporary exhibition? And if so, what are the most adequate tools? The two-year project Una metodologia per valutare l’apprendimento degli adulti nelle mostre temporanee in un’ottica europea, funded by the Department of Education of the University of Roma Tre, aims at answering those questions. The article presents the results obtained during the first phase of the research, that was held during the exhibition Da Donatello a Lippi. Officina pratese, hosted by the Museo del Palazzo Pretorio in Prato, from 13 September 2013 to 13 January 2014. From the 212 questionnaires collected, the visitors’ profile and how they chose to visit the exhibition were described. Besides, through some cognitive questions it was possible to measure if and to what extent visitors acquired new knowledge at the end of the visit.

Benedetto Vertecchi, Antonella Poce

Orbis dictus

Un ambiente adattivo multilingue per l'istruzione in rete/Orbis dictus. A Self-Adaptive Environment for Multi-language Teaching and Learning Opportunities

Il volume presenta il progetto Orbis dictus, il cui scopo è proporre nuove soluzioni per l’apprendimento, superare le barriere linguistiche, stabilire un equilibrio positivo tra modelli didattici e sistema tecnologico.

cod. 1326.5.1

This article focuses on the courses held in the first year of the Tempus Demed project in the three Balkan universities belonging to the partnership: the University of Tirana (Albania), South East European University (Seeu - Macedonia), the University of Prishtina (Kosovo). The project main goal was the launch of new masters programmes in education in the three universities and the Improving teacher education. In-service intensive summer courses represented the first step in this direction. They were therefore designed to provide participants (mostly academics) with the necessary knowledge and skills to be involved in the future masters programmes. The article describes the main features of the courses and the participants’ perceptions and reactions.

Antonella Poce, Cinzia Angelini

Per una nuova cultura didattica/Towards a new educational culture

Riflessioni sul progetto am-learning/Reflections on the am-learning project

Il volume presenta il progetto am-learning, con il quale si introduce una strategia di individualizzazione centrata sulla modulazione del messaggio di apprendimento. Il progetto è stato il punto di partenza per riflessioni che investono diversi aspetti della dimensione educativa dell’insegnamento in rete.

cod. 1326.5.2

Cinzia Angelini

Empowering metacognition through group activities

CADMO

Fascicolo: 2 / 2010

The present article focuses on two main issues, metacognition and group work, and on the relationship between them in adult learning and presents the results of a research activity conducted with 14 adult students enrolled in the Faculty of Education at Roma Tre University. It represents the second phase of a wider research that hypothesized a positive relation between metacognition (or secondlevel skills) and reading comprehension. This hypothesis was tested out in two subsequent steps, the first one devoted to solving individual reading comprehension exercises, the second one to thinking-aloud interviews (Angelini, 2010). The results showed that the best readers were aware of their meta-cognitive knowledge and able to manage their metacognitive control processes, some of which seem to be totally absent in the weak readers. Afterwards, the same respondents were involved in a further activity aiming at verifying if cooperative learning could have an empowering effect especially on the weak readers. The results of this second phase are discussed in relation with those obtained in the previous phase.

Francesco Agrusti, Cinzia Angelini, Antonella Poce, Gabriella Agrusti

Research in progress

CADMO

Fascicolo: 1 / 2010

Paolo Serreri

PERSeO. Personalizzare e Orientare.

Il bilancio di competenze per l'occupabilità nel Lazio

Il Progetto PERSeO ha erogato, nel biennio 2007-2008, 300 Bilanci di competenze a lavoratori con rapporto di lavoro atipico e a funzionari, dirigenti e manager, occupati o in mobilità. Il volume presenta una riflessione sul capitale umano della regione Lazio, sul modello dell’intervento di PERSeO, sui risultati ottenuti e, in generale, sul Bilancio di competenze come strumento di orientamento e di empowerment personalizzato per chi è impegnato in transizioni lavorative e/o professionali.

cod. 292.2.119