Risultati ricerca

La ricerca ha estratto dal catalogo 77 titoli

Giuseppe Monteduro

Sussidiarietà e innovazione sociale

Costruire un welfare societario

Uno dei problemi che coinvolgono oggi le società occidentali è come permettere più differenziazione sociale, assicurando al contempo una maggiore integrazione sociale. I concetti di innovazione sociale e di sussidiarietà rappresentano due chiavi di volta per affrontare e sciogliere il dilemma. Partendo da questa idea condivisa, gli autori approfondiscono l’analisi dei concetti, presentano esempi della loro applicazione a livello locale e offrono suggerimenti per la loro implementazione.

cod. 1534.2.42

Mauro Moruzzi, Riccardo Prandini

Modelli di Welfare

Una discussione critica

Ha ancora senso, oggi, parlare di Modelli di welfare? E in che cosa questi Modelli farebbero la differenza? Questo volume intende stimolare una discussione in merito, presentando una serie di riflessioni che pongono al centro il futuro del welfare nazionale e locale.

cod. 1970.5

Roberto Cipriani, Rosanna Memoli

La sociologia eclettica di Costantino Cipolla

Il volume prende spunto dalla copiosa produzione scientifica di Costantino Cipolla per dare corso a un’opera corale e partecipata da circa 90 autori. Un itinerario entro il pensiero sociologico dai primi anni ’70 ai nostri giorni con tre generazioni a confronto, per osservare in modo attento la realtà sociale.

cod. 1042.96

Ivo Colozzi, Carla Landuzzi

Se mi togliete il gioco divento matto.

Una ricerca sul gioco d'azzardo a Bologna

La ricerca, svolta nel territorio bolognese, analizza il fenomeno del gioco d’azzardo con un approccio biomedico, riservando scarsa attenzione alla dimensione sociale del giocatore eccessivo. La riduzione della prospettiva sociologica limita l’identificazione dei fattori sociali che possono proteggere dai comportamenti di dipendenza, e fa sì che si tenda a porre il peso della responsabilità della dipendenza da gioco non sui produttori e gestori delle macchine che la creano, ma sui soggetti che vengono risucchiati dall’azzardo.

cod. 1534.2.43

Ivo Colozzi

Quale relazione tra etica e sociologia?

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 1 / 2016

The starting point of research is whether for sociologists it is possible, remaining in their role as social scientists, derive from the analysis of a particular social problem a prescriptive guidance, i.e. guidance on what you should do or would be fair to do to solve it, or if this can be done, but on the condition to pass from being a social scientist to that of moral philosopher or politically engaged citizen. The problem comes from the so-called law of Hume, and is referred to in English sociological literature as Is-ought problem. The paper discusses briefly the positions on the issue of three "classics": Durkheim, Weber and Marx. Then it presents the positions of some of the modern and contemporary sociologists who have studied the issue. Finally, it proposes a typology of different sociological positions and a number of arguments justifying overcoming the division between description and prescription and questions the two basic options that the absolute majority of sociologists shares, i.e. relativism and moral non-cognitivism.

Costantino Cipolla, Ivo Colozzi

Per una città metropolitana solidale e innovativa.

Ardigò e Bologna

I contributi raccolti nel volume tracciano alcuni nodi focali nella lettura di Achille Ardigò e del suo rapporto con la città di Bologna, favorendo non pochi spunti per un florido e costruttivo dibattito che possono riflettersi nel contesto bolognese, nella convinzione insita trasversalmente in questo testo che la riflessione ardigoiana sul welfare ha esercitato e continua ad esercitare a Bologna un’influenza importante.

cod. 1043.83

The essay examines the way in which the last Quality Research Assessment VQR 2004-2010 was performed in Italy. The critique of the "absolute" separation of the products of research from the processes and structures implementing them, prevents the Assessment from being a reflexive tool for the scientific community and indicators from being useful to the scientific activity. The essay incorporates specific and collective reflections taking place in the Italian Sociological Association and in other scientific associations of the Area 14 of the National University Council. Referring to these insights, the author underlines the contradictions and overlapping of the proposed evaluation criteria and the way in which they were operationalized and assembled into a single index. In this light, proposals for improvement are developed for the next Research assessment; in particular, the author suggests the use of Cantril scales and indicators constructed on the basis of "circumstantial" evidences, which will assign greater responsibility to the evaluator, who must thus document and properly explain the rationale for judgments.

Ivo Colozzi

Presentazione

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 2 / 2015

Costantino Cipolla, Mauro Moruzzi

Achille Ardigò nei suoi scritti inediti

Attraverso diversi saggi e numerosi inediti, il volume commenta e divulga il pensiero di Achille Ardigò. Ne emerge e si conferma la figura di un uomo a più dimensioni, che investì a favore dei più deboli e dei più “fragili” quello che la ricerca gli metteva davanti.

cod. 1047.25

Ivo Colozzi

Il problema metodologico del referaggio: cosa vuol dire «valutare» un saggio

SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE

Fascicolo: 100 / 2013

The paper proposes first a «guide» to the practice of refereeing, presenting some prominent examples of «how» are evaluated the products submitted for publication in journals. The examples allow understanding what are the procedures used and the profiles on which assessment is required (originality, structure, data correctness, accuracy of references, etc.). Are then presented some of the most significant problems that the vast literature on peer review has highlighted, in particular: how effective it is, that is able to detect misconduct (falsification of data, plagiarism, etc.), how much is fair, that is able to avoid the creation of systematic discrimination against certain groups of researchers or nonconventional shapes and innovative research, how efficient, ie not responsible for slowing the spread of new research and overloading the best researchers.

Ivo Colozzi

Dal vecchio al nuovo welfare.

Percorsi di una morfogenesi

Il contributo del comitato scientifico della Sezione Politica sociale dell’Associazione Italiana di Sociologia al dibattito sul rinnovamento del welfare state italiano, con particolare riferimento all’ambito dei servizi e degli interventi sociali territoriali.

cod. 1534.2.36

Ivo Colozzi

Religione, valori e welfare state: il caso italiano

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 3 / 2012

The article aims to analyze which aspects of the Italian welfare system are influenced (shaped) by the dominant religious culture, i.e. Catholicism. It also investigates whether the mechanism through which this influence has been able to shape the social legislation is represented by religion-inspired political parties or by the capacity of the religious culture to directly influence the value system of the majority of the Italian population. In the latter case even lay political parties and governments did contribute to implement in their social policy choices orientations referable to the dominant religious culture. Our argument unfolds through the following steps: 1) a short reconstruction of the Italian welfare state model; 2) an outline of the main principles of the Social Doctrine of the Catholic Church on welfare issues and social policy topics; 3) an account of the prevailing values on social issues according the Italian population; 4) an evaluation of how much both the principles and the values are incorporated in the present Italian welfare state system; 5) some final remarks on the mechanism through which the Italian Catholic Church has contributed to determine the social protection system.

Andrea Bassi, Birgit Pfau-Effinger

Lo spirito del welfare

Il testo affronta da diverse angolature le molteplici sfaccettature del rapporto complesso e articolato tra religione e politiche sociali, con l’obiettivo di rivalutare il ruolo che la religione ha svolto e svolge nella configurazione dei sistemi di welfare in Europa e nel mondo.

cod. 1534.4.33

Pierpaolo Donati, Ivo Colozzi

Il valore aggiunto delle relazioni sociali

I risultati di una ricerca PRIN (2007), intitolata Reti societarie, capitale sociale e valorizzazione dei beni pubblici, che ha avuto l’obiettivo di analizzare sul piano quantitativo e qualitativo come il capitale sociale contribuisca a valorizzare i beni pubblici. I contributi presentati danno indicazioni su come intendere e misurare il capitale sociale e i beni che esso produce.

cod. 1534.4.28

Alberto Merler

Altri scenari.

Verso il distretto dell'economia sociale

Il volume pone l’attenzione sulla propositività e intenzionalità di interventi che, stimolando la partecipazione attiva e la responsabilità civica, puntino a valorizzare le relazioni sociali come strumento e oggetto del processo economico. Il capitale relazionale diviene un fattore cruciale nello sviluppo di una visione di scenari possibili in cui il territorio è concepito come “distretto dell’economia sociale”.

cod. 613.2.9

Quale rete sviluppare per superare la crisi del welfare sanitario: la probabile risposta di Achille Ardigò - Ardigo’s interest for the topic of the opportunities offered by the development of information communication technologies in the field of health services is referred to the question of the overcoming of the crisis of "transation" between welfare system and life’s worlds. Moruzzi, who has developed Ardigo’s approach on this topic, writes that Internet may be the link between micro and macro if it will be able to differentiate itself by the national health service and to create, thanks to the development of new technologies, a new cooperation between public and private (profit and non profit) actors at the service of the sick person (subsidiarity). In the Introduction to Moruzzi’s book, instead, Ardigò says that the development of the social networks of care is more important than the development of new technologies.

Keywords: development, welfare system, health service, technologies, social networks, Ardigò.

Parole chiave: sviluppo, sistema di welfare, servizio sanitario, tecnologie, reti sociali, Ardigò.

Pierluigi Grasselli

Idee e metodi per il bene comune

I risultati di un ciclo di incontri di studio sul tema “Attualità, problemi e prospettive del bene comune oggi” (2008), che ha esaminato sia le coordinate teoriche del concetto di bene comune, sia la possibilità di applicarne valori e principi fondanti in direzioni economicamente e socialmente significative.

cod. 364.172

Lorenza Gattamorta

Riflessività e sé dialogico

Avendo sullo sfondo la tradizione che affonda le sue radici nel pragmatismo americano e nell’interazionismo simbolico di Mead, il volume propone un’analisi della relazione tra riflessività personale e dimensione dialogica del sé. Tenendosi lontani dagli scogli del sociologismo e del postmodernismo, i saggi presentati intendono ritrovare una giusta collocazione a un sé che è incastonato nelle relazioni sociali e linguistiche, ma che sempre le eccede attraverso la riflessività.

cod. 1534.4.21