LIBRI DI ROSANGELA LODIGIANI

La ricerca ha estratto dal catalogo 40 titoli

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2021

Rapporto sulla città. Ripartire: il tempo della cura

Segnata dai lutti e dalle sofferenze dei mesi passati, consapevole dei lasciti economici, sociali e sanitari della pandemia a cui è urgente dare risposta, Milano ancora una volta è pronta a ripartire. Di questo parla il Rapporto 2021 raccontandoci, con la polifonia di voci e punti di vista che lo contraddistingue, le vie della resilienza e della ripresa della città, soffermandosi su temi tra i quali il governo della polis e del territorio, le reti della socialità e della solidarietà, il diritto all’educazione e alla salute.

cod. 11260.3

Rosangela Lodigiani

Attualizzare il learnfare: un nuovo legame tra lifelong learning e welfare

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

Fascicolo: 156 / 2020

Il LLL è sempre più considerato come parte integrante dei diritti di cittadinanza, leva di inclusione e partecipazione economica e sociale. Ciò – come sostengono il paradigma europeo dell’Active Welfare State e il suo diretto erede: il Social Investment Welfare State – è tanto più vero nel contesto delle attuali trasformazioni socio-economiche e dei loro impatti sulle carriere di vita dei soggetti. Per fronteggiare le sfide che ne discendono, il LLL è posto al centro delle "politiche di attivazione", in una logica di learnfare. Ma questa strategia ha luci ed ombre, che l’articolo indaga sul piano teorico, per giungere nelle conclusioni a tratteggiare una rinnovata visione del learnfare, proponendone la rilettura attraverso le categorie del capability approach.

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2020

La salute, il pane e le rose

Ben prima che il Covid-19 stravolgesse la vita di milioni di persone, avevamo scelto di dedicare il Rapporto 2020 alle donne. Nonostante Milano sia una città per molti versi women-friendly, la questione femminile resta centrale. L’emergenza sanitaria ha fatto irruzione nella fase di elaborazione del Rapporto, ma non ci siamo sottratti alla sfida e abbiamo messo in dialogo quanto stavamo scrivendo con quanto stava accadendo. Abbiamo approfondito alcuni aspetti delle condizioni di vita e di lavoro delle donne a Milano, i miglioramenti registrati negli ultimi anni e le diseguaglianze ancora presenti, le forme di fragilità e i protagonismi

cod. 11260.2

Rosangela Lodigiani, Egidio Riva

Contrattazione sociale e Welfare locale: una sinergia rinnovata

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 1 / 2019

Il rapporto tra contrattazione sociale territoriale e welfare locale vanta in Italia una lunga storia. Essa racconta di come il sindacato sia riuscito ad accrescere nel tempo la sua capacità di azione in ambito sociale, ampliando i temi di interesse, modificando, almeno in parte, strumenti e obiettivi della rappresentanza nonché i luoghi della propria legittimazione. Questa storia oggi vive una stagione di rinnovamento: la contrattazione sociale si pone come obiettivo prioritario quello di contribuire alla costruzione di risposte ai cosiddetti nuovi rischi e bisogni sociali dei lavoratori e dei cittadini in una prospettiva universalistica. L’articolo esplora le condizioni che incidono sul perseguimento di tale obiettivo e sulle implicazioni che ne derivano per la rete di protezione sociale territoriale. La base empirica è costituita dall’analisi quantitativa degli accordi archiviati nell’Osservatorio sociale della contrattazione territoriale della Cisl, Fnp-Cisl e da un approfondimento qualitativo sul campo

Rosangela Lodigiani, Martina Visentin

Presentazione

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 1 / 2019

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2019.

Rapporto sulla città. L'anima della metropoli

Il Rapporto sulla città 2019 rilancia la proposta concreta di indire un "sinodo laico", un confronto aperto e costruttivo, volto a dare risposte alle domande di solidarietà e inclusione che dalla città provengono. Si rivolge alla politica e alla società civile attraverso una prima consultazione allargata, ospitando contributi che si misurano tanto sull’idea di città quanto sulle politiche e sui processi di innovazione sociale e istituzionale che servono per realizzarle.

cod. 11260.1

Cristiano Gori

L'alternativa al pubblico?

Le forme organizzate di finanziamento privato nel welfare sociale

Attraverso la presentazione di alcuni dati empirici, si illustrano i punti di forza e le criticità delle forme organizzate di finanziamento privato del welfare sociale, mettendone a fuoco le idee, gli approcci e gli orizzonti di senso di chi lo sostiene ed esaminandone i possibili sviluppi futuri.

cod. 1130.275

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2018.

Rapporto sulla città. Agenda 2040

Immaginare il volto della Milano di domani non è solo un esercizio previsionale sofisticato, ma la maniera attraverso cui imprimere una direzione al cambiamento d’epoca. Assumendo le periferie quale metafora per eccellenza della città come corpo vivo, punto di vista privilegiato per interrogarsi sulle priorità da mettere in agenda, il Rapporto Ambrosianeum 2018 fissa l’orizzonte temporale di una road map lungo cui procedere con passi decisi per costruire la Milano che vogliamo.

cod. 1260.97

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2017.

Rapporto sulla città. Una metropoli per innovare, crescere, sognare

Quale innovazione per la città? Tecnologica o sociale? Di prodotto o di processo? Radicale o incrementale? Milano sembra aver preso la sua strada, optando per il modello di "innovazione sociale inclusiva". Il Rapporto Ambrosianeum 2017 entra nel merito di questa scelta, osservando ciò che accade in alcuni campi privilegiati - il lavoro e le imprese 4.0, le università e la ricerca, il welfare e le nuove pratiche di condivisione - e mostrando che l’innovazione può essere alla portata di tutti. O quasi.

cod. 1260.96

Rosangela Lodigiani

Alla base del welfare. Mutualismo e solidarietà nel settore della long term care

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

Fascicolo: 143 / 2016

Tra le eredita della crisi economica internazionale del 2008 possiamo annoverare il ravvivarsi in Italia del dibattito sulla pluralizzazione del welfare e la riconfigurazione dei rapporti tra pubblico e privato quali soluzioni per trovare risposta all’espansione dei bisogni sociali sempre piu eterogenei e individualizzati, fra i quali spiccano quelli della long term care (Ltc). In questo scenario le organizzazioni mutualistiche hanno acquisito crescente rilievo, contribuendo a fare emergere il loro apporto ai processi innovazione dei sistemi di welfare. L’articolo si interroga sulle ragioni e il senso dell’attenzione che il mutualismo sta catalizzando e getta una luce sul contributo specifico delle societa di mutuo soccorso (Sms o mutue), utilizzando il settore della Ltc come banco di prova per riflettere su alcune delle problematiche che si situano oggi alla base del welfare: la socializzazione dei rischi, l’aggregazione e la mediazione della domanda sociale, l’integrazione dell’offerta pubblico-privata, il reperimento e l’allocazione delle risorse.

Rosangela Lodigiani, Mariagrazia Santagati

Quel che resta della socializzazione lavorativa. Una riflessione sulle politiche per l’occupazione giovanile in Italia

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

Fascicolo: 141 / 2016

Il paper propone un’analisi del concetto di socializzazione lavorativa e della sua crisi, insieme a un suo ripensamento attraverso le categorie del capability approach, interpretando la condizione dei giovani in Europa con un approccio volto a tenere insieme le capacita di attivazione del soggetto e le responsabilita dei contesti istituzionali nel garantire eguali opportunita. Il frame teorico viene utilizzato per l’analisi del programma Youth Guarantee, con un approfondimento sull’implementazione italiana, al fine di investigare come le misure previste da Garanzia Giovani concorrano a plasmare e influenzare valori, cultura del lavoro, socializzazione lavorativa, in un’interazione che coinvolge giovani, servizi all’impiego, istituzioni formative e imprese. L’analisi sceglie le politiche occupazionali per i giovani e l’esperienza emblematica dei Neet per testare un’ipotesi di fondo: la socializzazione lavorativa e in crisi di legittimazione, credibilita e fiducia ma resta un processo fondamentale. Come rilanciarne la valenza di interconnessione fra individui, sistema sociale, formativo e del lavoro? Il paper individua alcune condizioni che rendono la socializzazione lavorativa possibile come processo capacitante, che chiede a scuole e imprese di investire nella promozione del lavoro dei giovani divenendo stakeholder delle politiche.

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2016.

Rapporto sulla città. Idee, cultura, immaginazione e la Città metropolitana decolla

Resa più forte dall’esperienza di Expo, Milano deve assumere pienamente il proprio ruolo di metropoli internazionale. La Città metropolitana è un’occasione da non perdere per avviare un nuovo corso, ma rischia di restare un guscio vuoto, ferma com’è a discutere di questioni amministrative e gestionali. Raccogliendo la sfida, il Rapporto Ambrosianeum 2016 esplora fenomeni diversi: coworking, social street, associazionismo etnico, produzione culturale indipendente, solidarietà organizzata... Esempi di creatività culturale e di innovazione che reclamano un nuovo paradigma sociale metropolitano.

cod. 1260.93

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2015 Rapporto sulla città.

La città metropolitana sfide, contraddizioni, attese

Dal 1° gennaio 2015 Milano è Città metropolitana. La definizione della governance e delle strategie di azione è in corso, mentre molti e rilevanti sono i nodi da sciogliere. Ma la prima e più alta sfida per Milano metropolitana non è né politico-amministrativa né economica, ma sociale, culturale e spirituale. Milano deve tornare a essere metropolis, "città madre", per svolgere, fedele alla sua matrice ambrosiana, il suo ruolo di laboratorio per un nuovo umanesimo.

cod. 1260.91

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2014.

Expo, laboratorio metropolitano cantiere per un mondo nuovo. Rapporto sulla città

Senza nascondere i problemi sul terreno (a partire dai ritardi dei cantieri dell’Expo), il Rapporto documenta come, in mezzo a incertezze e fiducia altalenante, la città stia cercando di concretizzare le aspettative di un rilancio economico e, ancor più, di una rinascita culturale e spirituale.

cod. 1260.90

Pier Antonio Varesi, Alberto Vergani

Self-employment e sostegno pubblico all'imprenditorialità.

Il caso della Provincia di Cuneo e dei Programmi di Creazione d'Impresa

I principali risultati e i percorsi di attuazione di due programmi di supporto alla creazione di impresa attuati dalla Provincia di Cuneo tra l’inizio del 2010 e la fine del 2013.

cod. 1137.95

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2013.

Trentenni in cerca d'autore. Attori dietro le quinte o nuova classe dirigente. Rapporto sulla città

Il Rapporto Ambrosianeum 2013 conduce alla scoperta della generazione dei trentenni milanesi, delle problematiche ma anche delle potenzialità che possiede, e si interroga sulle strategie necessarie per sostenerla e scongiurare che Milano sperperi un tale patrimonio.

cod. 1260.88

Ambrosianeum Fondazione Culturale, Rosangela Lodigiani

Milano 2012.

Le generazioni che verranno sono già qui

Il Rapporto Ambrosianeum 2012 esplora la reale portata del cambiamento demografico nella città di Milano e si interroga su quali politiche occorrano per governarlo con lungimiranza, per il bene della collettività e dei cittadini di tutte le età.

cod. 1260.85

Fondazione Ambrosianeum, Rosangela Lodigiani

Milano 2011.

Rapporto sulla città

Il Rapporto Ambrosianeum 2011 indaga su come la crisi ha investito la città di Milano, mostrandone il profilo strutturale e i cambiamenti che ha comportato nel tessuto economico-produttivo e sociale della città, ed evidenziandone il potenziale innovativo per il welfare locale e lo sviluppo di Milano.

cod. 1260.82

Rosangela Lodigiani

I nuovi termini della socializzazione (alla cittadinanza) lavorativa

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

Fascicolo: 117 / 2010

La transizione al lavoro dei giovani si realizza attraverso percorsi lunghi, flessibili, individualizzati. Ciò influisce sulla socializzazione lavorativa nonché sulla cultura e sull’etica del lavoro dei giovani, rendendo più difficile la costruzione di una carriera occupazionale stabile e di una solida identità professionale. I processi di socializzazione lavorativa divengono ricorsivi, discontinui, frammentati; non riescono più a trasmettere il senso di una appartenenza, ma - inquadrati nel paradigma europeo dell’attivazione e dell’occupabilità - richiamano a una cittadinanza occupazionale nei fatti difficile da conquistare e mantenere e spesso incapace di rispondere ai bisogni di realizzazione di sé e riconoscimento sociale. Ne derivano nuove disuguaglianze tra i giovani e una ridefinizione del significato del lavoro nel corso di vita. Emerge dunque la necessità di politiche tese a supportare le transizioni lavorative affinché conservino un profilo professionalizzante, consentano la capitalizzazione di competenze, siano sostenibili dentro la biografia individuale. Occorre però ridare valore al lavoro dei giovani, integrando l’obiettivo dell’occupabilità con quello della capability di scegliere un lavoro che abbia valore per sé.

Rosangela Lodigiani, Laura Zanfrini

Editoriale

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

Fascicolo: 117 / 2010