Elaborazione scritta dell'esperienza ospedaliera e decorso post-operatorio: studio empirico su 40 soggetti con diversi livelli di alessitimia

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Valentina Donati, Luigi Solano, Francesca Pecci, Stefano Persichetti, Andrea Colaci
Anno di pubblicazione: 2001 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 14 P. Dimensione file: 163 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Numerose ricerche hanno riscontrato benefici effetti sulla salute fisica a seguito dell’applicazione di una tecnica di scrittura di eventi traumatici, ideata da Pennebaker. Scopo di questo studio è verificare gli effetti di tale tecnica sul decorso post-operatorio di 40 soggetti con diversi livelli di alessitimia, ricoverati in un reparto di Urologia in seguito a resezione di papil-lomi vescicali. A tutti i Ss., nel loro secondo giorno di ospedalizzazione, è stata somministrata la Twenty Item Toronto Alexithymia Scale (TAS-20).20 Ss., seguendo la procedura di Penne-baker, hanno scritto per tre giorni (20 minuti al giorno) della propria esperienza di ricovero e del vissuto relativo all’intervento da affrontare. Il gruppo di scrittura ha riportato meno giorni di degenza post-operatori nonché punteggi inferiori per quanto riguarda i sintomi fisici e psi-chici alla Symptom Check List 90, rispetto ai controlli. I Ss. con alta alessitimia presentano un maggior numero di giorni di degenza e maggiori punteggi di sintomi rispetto ai Ss. con bassa alessitimia; l’esame delle interazioni riscontrate evidenzia che l’effetto della scrittura sui giorni di degenza e sui sintomi riferiti è presente esclusivamente nei Ss. alessitimici. La tecnica di scrittura di Pennebaker, per i suoi benefici effetti sul decorso post-operatorio, si è dimostrata un efficace mezzo per affrontare il ricovero ospedaliero e l’intervento chirurgico. L’effetto sembra particolarmente evidente nei Ss. con alti punteggi di alessitimia, che ottengono tramite la scrit-tura gli stessi risultati, in termini di decorso post-operatorio, dei Ss. con bassa alessitimia.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Valentina Donati, Luigi Solano, Francesca Pecci, Stefano Persichetti, Andrea Colaci, Elaborazione scritta dell'esperienza ospedaliera e decorso post-operatorio: studio empirico su 40 soggetti con diversi livelli di alessitimia in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 3/2001, pp , DOI: