Passare "dall'altra parte della barricata": il ruolo di operatore svolto da ex tossicodipendenti. Percorso identitario e/o strategia di coping?

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Angela Fedi
Anno di pubblicazione: 2001 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. Dimensione file: 132 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il processo di remissione dalla tossicodipendenza implica una ridefinizione identitaria che costituisce l’oggetto di interesse del presente lavoro. La definizione di ex tossicodipendente presenta elementi interessanti dal punto di vista identitario, sia per quanto concerne la generale definizione di ex (che implica una revisione ma anche una integrazione della propria precedente definizione nella rappresentazione attuale di Sé), sia nello specifico legato all’abbandono della condizione di tossicodipendente, processo i cui confini non sembrano sempre facilmente identificabili. La ricerca presentata coinvolge ex tossicodipendenti impiegati nelle comunità di recupero in qualità di operatori: la loro posizione può essere considerata una garanzia nel considerarli degli ex e, pur essendo piuttosto abituale nelle strutture di recupero, pare poco esplorata. Ricoprire tale ruolo professionale sembra rivestire una notevole importanza per i soggetti ex tossicodipendenti al fine di ridefinirsi in un modo opposto a quello precedente (di tossicodipendenti) e dunque svolgere una funzione di coping rispetto alla gestione del problema droga. La ricerca è svolta con metodologia qualitativa, attraverso l’utilizzo dello strumento IMIS (Investigatore Multistadio dell’Identità Sociale, Zavalloni e Louis-Guérin, 1984) e l’analisi del discorso (APD, Analyse Propositionnel du Discours, Ghiglione, 1988) per individuare le strategie discorsive utilizzate nel descrivere il proprio percorso.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Angela Fedi, Passare "dall'altra parte della barricata": il ruolo di operatore svolto da ex tossicodipendenti. Percorso identitario e/o strategia di coping? in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 3/2001, pp , DOI: