Corpo, genere e filosofia: alcune osservazioni sul campo

Titolo Rivista: RIVISTA DI SESSUOLOGIA CLINICA
Autori/Curatori: Merete Amann Gainotti, Susanna Pallini
Anno di pubblicazione: 2002 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 14 P. Dimensione file: 111 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il presente contributo si riallaccia a delle ricerche precedenti di una di noi sull’immagine corporea interna e l’acquisizione di nozioni anatomiche durante l’età evolutiva (Amann Gainotti, 1988; Nenci, Di Prospero, Amann Gainotti, 1989). Tali indagini consentirono di descrivere una sequenza approssimativa di stadi attraverso i quali si organizza progressivamente l’immagine corporea interna (Amann Gainotti, 1988) con un aumento progressivo degli organi interni rappresentati ed elementi o parti genitali-sessuali come il pene, l’utero, le ovaie. Nell’età adulta, a differenza delle età precedenti, appare un disegno dell’interno del corpo di tipo metaforico/simbolico e se viene fornito un disegno di tipo anatomico, è spesso schematico, ipersemplificato, parziale. Ci si propone di esaminare le condotte grafiche relative all’interno del corpo di un gruppo di 30 soggetti adulti,14 maschi e 16 femmine, futuri insegnanti, laureati in Filosofia, e solo qualche soggetto laureato in Scienze dell’Educazione, in Storia e in Psicologia. Risultati: I disegni si distribuiscono in due grandi categorie di disegni: A) disegni di tipo anatomico N = 10 su 30; B) disegni di tipo metaforico/simbolico N = 20 su 30. Quasi la totalità dei maschi ha prodotto disegni dell’interno del corpo di tipo metaforico/simbolico (13 disegni su 14), mentre più della metà delle femmine raffigurano ed interpretano l’interno del corpo in senso anatomico (9 disegni su 16).

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Merete Amann Gainotti, Susanna Pallini, Corpo, genere e filosofia: alcune osservazioni sul campo in "RIVISTA DI SESSUOLOGIA CLINICA" 2/2002, pp , DOI: