Alessitimia e attacchi di panico: studio longitudinale in soggetti partecipanti a gruppi di aiuto-aiuto

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Federica Sancassiani, Catia Larocca, Michela Di Trani, Luigi Solano
Anno di pubblicazione: 2004 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 14 P. Dimensione file: 95 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Scopo: con questa ricerca si è voluto monitorare l’andamento dell’alessitimia e del Disturbo da Attacchi di Panico (DAP) durante la partecipazione a dei gruppi di auto-aiuto, ipotizzando che il DAP sia una disturbo della regolazione affettiva: la partecipazione al gruppo dovrebbe avere un effetto su entrambe le variabili. Metodo: Il campione è costituito da 21 soggetti di entrambi i sessi con età media di 39 anni, membri dei gruppi di auto-aiuto della Lega Italiana contro i Disturbi d’ansia, d’Agorafobia e da attacchi di Panico (LIDAP). A tutti i soggetti sono stati somministrati una scheda socio-demografica e, ad intervalli di due mesi, la 20-item Alexithymia Scale (TAS-20) e la Panic Disorder Severity Scale Self Report (PDSS-SR), per un totale di 5 somministrazioni. Risultati: l’alessitimia e il panico sono significativamente correlati a partire dalla seconda misurazione (p < 0.05). Complessivamente, si verifica nel tempo una diminuzione dei punteggi sia per l’alessitimia (p = 0.0004) che per il DAP (p = 0.0004). Tuttavia, in corrispondenza della quarta misurazione, effettuata dopo l’interruzione estiva dei gruppi, si evidenzia un aumento significativo dell’alessitimia (p < 0.05) e non del DAP. Conclusioni: il gruppo di auto-aiuto, agendo come un regolatore esterno, contribuirebbe a migliorare i sintomi del panico, ma anche a compensare le carenti capacità dei soggetti di autoregolare gli affetti. I risultati ottenuti alla quarta misurazione evidenziano come, in assenza del gruppo, possa ripresentarsi tale disregolazione affettiva.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Federica Sancassiani, Catia Larocca, Michela Di Trani, Luigi Solano, Alessitimia e attacchi di panico: studio longitudinale in soggetti partecipanti a gruppi di aiuto-aiuto in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 2/2004, pp , DOI: