George L. Mosse e gli storici italiani: il problema della "nazionalizzazione delle masse"

Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO
Autori/Curatori: Donatello Aramini
Anno di pubblicazione: 2007 Fascicolo: 2 Lingua: English
Numero pagine: 31 P. 129-159 Dimensione file: 141 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

The article reconstructs the reception of the Mosse’s book The Nationalization of the Masses in Italy starting from its publication in 1975. The author underlines how the arguments of the book, were overlooked and refused, until the second half of the ’80s, by a great part of Italian historians as an attempt of rehabilitation of Fascism. On the contrary, its importance and its originality were immediatly understood by Renzo De Felice and the group of young scholars bound to the journal «Storia contemporanea». The article shows how, from the end of the ’80s, Mosse’s book was progressively rediscovered, becoming fashionable and influencing the research about Fascism, sacralization of politics and invention of tradition. Nevertheless the author argues that, although this growing success, Mosse’s reception remained partly ambivalent.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Donatello Aramini, George L. Mosse e gli storici italiani: il problema della "nazionalizzazione delle masse" in "MONDO CONTEMPORANEO" 2/2007, pp 129-159, DOI: