Un primo contributo allo studio della dimensionalità dell’Early Intervention Gambling Health Test (EIGHT), uno strumento di misura per la valutazione del grado di coinvolgimento nel gioco d’azzardo

Titolo Rivista: S & P SALUTE E PREVENZIONE
Autori/Curatori: Marco Giannini, Alessio Gori, Valentina De Feo
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 55 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. 69-81 Dimensione file: 252 KB
DOI: 10.3280/SAP2010-055004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

La presente ricerca si propone di verificare le proprietà psicometriche dell’<em>Early Intervention Gambling Test</em> (EIGHT), uno strumento costituito da otto item, utilizzato per misurare il grado di coinvolgimento nel Gioco d’Azzardo Patologico (GAP). <strong>Metodo</strong>. Il campione oggetto di studio è formato da 158 soggetti, per lo più di sesso maschile (98,7%), con età media di 45,51 anni (D.S.= 11.8). Ai 79 soggetti individuati nelle diverse sale da gioco è stata somministrata una batteria di test composta dall’<em>Early Intervention Gambling Test</em> (EIGHT), dalla quinta versione della <em>Sensation Seeking Scale</em> (SSS-V), dal <em>Revised Life Orientation Test</em> (LOT-R) e dalla <em>Self-Esteem Scale</em> (SES), con l’aggiunta di una scheda informativa sulle abitudini di gioco (tempo dedicato ai diversi giochi, preferenze dei luoghi da gioco). Ai rimanenti 79 soggetti è stato somministrato l’EIGHT insieme alla scheda informativa. <strong>Risultati</strong>. L’Analisi Fattoriale Esplorativa (AFE), effettuata con il Metodo degli Assi Principali, ha permesso di individuare una struttura unifattoriale dell’EIGHT. La coerenza interna ottenuta attraverso il calcolo dell’<em>alpha di Cronbach</em> è pari a .82. L’Analisi della Varianza (ANOVA) ha permesso di individuare una differenza significativa tra il gruppo di giocatori (M=4.18, D.S.=2.20) e il gruppo di non giocatori (M=.81, D.S.=1.12) rispetto al coinvolgimento nel gioco d’azzardo (F = 146.3, p&lt;.01). <strong>Conclusioni</strong>. I primi risultati su un campione italiano suggeriscono che l’EIGHT possiede buone proprietà psicometriche e può essere utilizzato nel contesto italiano per la misura del grado di coinvolgimento nel Gioco d’Azzardo Patologico (GAP).

Marco Giannini, Alessio Gori, Valentina De Feo, Un primo contributo allo studio della dimensionalità dell’Early Intervention Gambling Health Test (EIGHT), uno strumento di misura per la valutazione del grado di coinvolgimento nel gioco d’azzardo in "S & P SALUTE E PREVENZIONE" 55/2010, pp 69-81, DOI: 10.3280/SAP2010-055004