Benessere degli operatori del 118 e aspetti psicosociali degli interventi. Un’indagine qualitativa in una Centrale Operativa toscana

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Patrizia Meringolo, Sara Minacci
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 2 Lingua: English
Numero pagine: 18 P. 25-42 Dimensione file: 644 KB
DOI: 10.3280/PDS2010-002003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Introduzione: l’indagine nasce dallo studio del 118 come servizio di salute pubblica. I riferimenti teorici si rifanno alla Psicologia dell’emergenza, ai fenomeni di stress degli operatori ed al concetto di empowerment come strategia preventiva di tali fenomeni. L’obiettivo è quello di osservare il benessere percepito dagli operatori di una Centrale Operativa del 118, attraverso la loro descrizione delle attività svolte e delle principali difficoltà incontrate. Metodo: interviste semi-strutturate a 18 infermieri, analizzate con metodo qualitativo basato sulla Grounded Theory. Risultati: le maggiori difficoltà percepite sono dovute alla specificità della Centrale Operativa, basata su rapporti con l’utenza mediati dal telefono che non consente una valutazione diretta della gravità del problema portato. Le interviste hanno inoltre rilevato aspetti di grande intensità emozionale fonti potenzialmente di stress e di burnout. Discussione e conclusioni: i risultati rivelano la percezione di scarsa padronanza da parte degli operatori delle modalità di conduzione degli interventi telefonici. Emerge il bisogno di strutturare strategie di gestione dello stress, la richiesta di maggior confronto con i colleghi e la necessità di sviluppare empowerment per una migliore conduzione del servizio.

Patrizia Meringolo, Sara Minacci, Benessere degli operatori del 118 e aspetti psicosociali degli interventi. Un’indagine qualitativa in una Centrale Operativa toscana in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 2/2010, pp 25-42, DOI: 10.3280/PDS2010-002003