Validazione italiana della Cynical Distrust Scale per misurare la sfiducia cinica

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Elisa Emiliani, Giulia Casu, Paola Gremigni
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: English
Numero pagine: 15 P. 69-83 Dimensione file: 109 KB
DOI: 10.3280/PDS2011-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’ostilità è uno dei fattori psicosociali che influiscono sulla salute ed è predittore dello sviluppo di malattie, comportamenti e abitudini poco salutari. Il presente lavoro ha come obiettivo la presentazione della validazione italiana della <i>Cynical Distrust Scale</i> (CynDis; Julkunen <i>et al. </i>, 1994) per la misurazione della sfiducia cinica, componente cognitiva dell’ostilità. Nonostante l’ampia letteratura dedicata allo studio di tale costrutto, in Italia non sono ancora disponibili strumenti validi e attendibili in grado di misurare in maniera veloce e precisa la sfiducia cinica. La CynDis è stata somministrata, insieme alle PANAS, alla MCSD-8 e a due domande sulla percezione del proprio stato di salute, a 311 partecipanti (169 femmine e 142 maschi, età media 39.07 anni, DS = 14.98). Le caratteristiche psicometriche della scala, analizzate tramite analisi fattoriale esplorativa, studio della consistenza interna e della stabilità nel tempo, e correlazioni con criteri esterni, appaiono soddisfacenti. La scala appare pertanto adatta come strumento di screening valido e attendibile, da utilizzare nei contesti di prevenzione e promozione della salute.

Elisa Emiliani, Giulia Casu, Paola Gremigni, Validazione italiana della <i>Cynical Distrust Scale</i> per misurare la sfiducia cinica in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 2/2011, pp 69-83, DOI: 10.3280/PDS2011-002005