Misurare la cultura della sicurezza: primo adattamento italiano del Safety Attitude Questionnaire (SAQ)

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Alfonso Sollami, Luca Caricati, Monica Bianconcini, Cinzia Guidi, Tiziana Mancini
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 19 P. 103-121 Dimensione file: 129 KB
DOI: 10.3280/PDS2011-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’obiettivo dello studio è fornire un primo adattamento al contesto sanitario italiano del <i>Safety Attitude Questionnaire</i> (SAQ), uno strumento largamente utilizzato nel contesto anglosassone per misurare la cultura della sicurezza. La versione italiana, tradotta e adattata dall’originale inglese, è stata somministrata a 660 professionisti sanitari (infermieri, ostetrici e fisioterapisti) provenienti da diverse aziende ospedaliere della Regione Emilia Romagna e impegnati in aree di lavoro diverse (Medicina, Chirurgia, Materno-Infantile e Sale Operatorie). I risultati hanno mostrato una struttura fattoriale solo in parte simile a quella originale. Tre fattori sono stati, infatti, estratti: un fattore Prossimale all’agire quotidiano (clima di sicurezza e clima di lavoro), un fattore Distale alla pratica professionale (organizzazione dell’azienda) e un fattore di Stress. Essi riaccorpano i sei riscontrati nelle ricerche condotte in altri paesi e mostrano una buona validità di contenuto, indici di adattamento accettabili e invarianza strutturale tra le tre diverse aree di provenienza delle unità operative. Seppure preliminari, i risultati evidenziano alcune specificità che richiamano ai significati che la cultura della sicurezza assume nel contesto italiano.

Alfonso Sollami, Luca Caricati, Monica Bianconcini, Cinzia Guidi, Tiziana Mancini, Misurare la cultura della sicurezza: primo adattamento italiano del <i>Safety Attitude Questionnaire</i> (SAQ) in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 2/2011, pp 103-121, DOI: 10.3280/PDS2011-002007