La costruzione di un servizio per le famiglie dei bambini nati pretermine: un’esperienza di promozione della salute

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Ausilia Sparano, Paola Epifani, Daniela de Berardinis, Rosa Ferri
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 123-137 Dimensione file: 95 KB
DOI: 10.3280/PDS2011-002008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

La nascita pretermine è un evento che può compromettere sia la salute che lo sviluppo cognitivo ed affettivo del bambino ed incidere sulla relazione tra bambino e genitori. L’esperienza descritta riguarda la costruzione di un servizio di accoglienza e consulenza psicologica dedicato alle famiglie dei bambini nati con grave prematurità. Il servizio, nato dalla collaborazione tra psicologi e neonatologi dell’Ospedale Fatebenefratelli di Roma, è basato sul monitoraggio dello sviluppo globale dei nati con età gestazionale < 32 settimane fino ai 5 anni. Questo ha come obiettivi: valutare lo sviluppo del bambino, facilitare l’elaborazione dell’evento traumatico e fornire consulenza alla coppia genitoriale sulle problematiche legate allo sviluppo. I colloqui prevedono quattro fasi: a) Accoglienza dei vissuti e delle rappresentazioni dei genitori; b) Osservazione dell’interazione genitori-bambino; c) Interazione tra psicologo e bambino attraverso il gioco strutturato; d) Restituzione e confronto sulle risorse e le competenze del bambino e dei genitori. Nella nostra esperienza l’intervento precoce favorisce l’integrazione e il benessere globale del pretermine e della famiglia.

Ausilia Sparano, Paola Epifani, Daniela de Berardinis, Rosa Ferri, La costruzione di un servizio per le famiglie dei bambini nati pretermine: un’esperienza di promozione della salute in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 2/2011, pp 123-137, DOI: 10.3280/PDS2011-002008