Da nazionalismo non dominante a nazionalismo dominante: il caso transilvano

Titolo Rivista: PASSATO E PRESENTE
Autori/Curatori: Stefano Santoro
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 84 Lingua: Italiano
Numero pagine: 25 P. 37-61 Dimensione file: 161 KB
DOI: 10.3280/PASS2011-084004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

The Rumanian nationalism of Transylvania, which developed during the 19th century to defend the rights of the Rumanian population from the Magyarization policies implemented by Budapest’s government, suddenly found itself in a completely different situation at the end of World War I: from non-dominant it had become dominant. As in other areas of postwar Eastern Europe during the 1920s and 1930s,, this transition involved a reversal of the paradigms of reference of the Rumanian nationalists that changed from inclusive and democratic values into an exclusive and fundamentally totalitarian ideology.

Stefano Santoro, Da nazionalismo non dominante a nazionalismo dominante: il caso transilvano in "PASSATO E PRESENTE" 84/2011, pp 37-61, DOI: 10.3280/PASS2011-084004