Clicca qui per scaricare

Processo di soggettivazione, falso sé, comportamento omosessuale: storia di Gea "cui piacerebbe uguale"
Titolo Rivista: PSICOANALISI 
Autori/Curatori: Carratelli Teresa 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 2  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 93-108 Dimensione file:  332 KB
DOI:  10.3280/PSI2011-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autrice illustra come il processo di soggettivazione della paziente sottoposta, a un trattamento psicoanalitico a 3 sedute alla settimana, sia ostacolato da una coazione a ripetere una scelta d’oggetto fondata sulla similarità che sulla differenza. L’organizzazione del Falso Sé sostiene il comportamento compiacente e quello sintomatico omosessuale e l’angoscia precoce e intensa all’estraneo risulta la matrice di comportamenti evitanti la patologica ansia di separazione e di quelli fobici nei confronti dell’Altro da sé, come il Maschile e il Paterno. È anche presente la questione del lutto patologico, della sofferenza e del dolore della paziente per il padre da poco ritrovato e perso a seguito del suo decesso.


Keywords: Scena primaria, oggetti fobici, oggetti controfobici, scelta omosessuale, angoscia di separazione, lutto patologico.

Carratelli Teresa, in "PSICOANALISI" 2/2011, pp. 93-108, DOI:10.3280/PSI2011-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche