Abitare sociale: contesti e persone

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DI COMUNITA’
Autori/Curatori: Raffaello Martini, Patrizia Botazzoli
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 11 P. 47-57 Dimensione file: 302 KB
DOI: 10.3280/PSC2012-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Affrontare la questione della qualità dell’abitare nei contesti ERP (Edilizia Residenziale Pubblica) è necessario per farsi carico del disagio di persone e famiglie e per migliorare la qualità della vita nei quartieri popolari urbani. Nonostante le reti di prossimità abbiano perso importanza e il vicinato sia spesso fonte di problemi, su queste dimensioni si deve investire per promuovere comunità. Non si tratta di ritornare al passato, ma di realizzare qualcosa di inedito, riscoprendo l’importanza della condivisione e del bene comune. Il coinvolgimento e la partecipazione dei residenti è indispensabile, ma la persone non possono essere lasciate sole in questo difficile compito.

  1. Augustoni A., Rozza C. (2005). Diritto alla casa, diritto alla città, questione abitativa e movimento degli inquilini a Milano 1903-2003. Roma: Aracne
  2. Bartolini S. (2010). Manifesto per la felicità. Roma: Donzelli
  3. Di Nicola P., Stanza S., Tronca L. (2008). Reti di prossimità e capitale sociale in Italia. Milano: Franco Angeli
  4. Donati P., Tronca L. (2008). Il capitale sociale degli italiani. Le radici familiari, comunitarie e associative del civismo. Milano: Franco Angeli
  5. Gimenez Jimenez C. (2000). Puntos de Vista: n. 1 / Convivencia, Cuadernos del Observatorio de las Migraciones y de la Convivencia Intercultural de la Ciudad de Madrid. Madrid
  6. MartiniAssociati, Contratto di quartieri Mazzini, Milano, 2005-2010, relazione finale
  7. Martini E.R., Torti A. (2003). Fare lavoro di comunità. Roma: Carocci
  8. Sennet R. (2012). Insieme. Rituali, piaceri, politiche della collaborazione. Milano: Feltrinelli.
  9. Zamagni S. (2007). L’economia del bene comune. Roma: Città Nuova
  10. Zibechi R. (2012). Territori in Resistenza periferie urbane in America Latina. Roma: Nova Delphi libri.

Raffaello Martini, Patrizia Botazzoli, Abitare sociale: contesti e persone in "PSICOLOGIA DI COMUNITA’" 2/2012, pp 47-57, DOI: 10.3280/PSC2012-002005