Clicca qui per scaricare

Il turismo countryside delle Marche: caratteristiche territoriali e comunicazione on line
Titolo Rivista: AGRICOLTURA ISTITUZIONI MERCATI  
Autori/Curatori: Gian Luigi Corinto, Francesco Musotti 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 2-3  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 151-166 Dimensione file:  400 KB
DOI:  10.3280/AIM2012-002015
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La ricerca, condotta nelle Marche secondo una prospettiva teorica di sviluppo locale, ha avuto l’obiettivo di individuare i determinanti del radicamento geografi- co delle imprese di countryside tourism (CT) e dell’impiego da parte delle stesse dei mezzi di comunicazione connessi all’uso del Web. Il lavoro definisce la categoria di CT e ne determina i caratteri territoriali e la capacità d’uso dei mezzi di comunicazione on line, seguendo l’obiettivo di verificare se le caratteristiche dei Sistemi Locali del Lavoro (Sll) influenzano la densità di offerta di CT e l’attitudine informativa-comunicativa delle imprese. Pur nel suo carattere esplorativo, l’analisi quantitativa ci consente di ritenere che condizioni favorevoli allo sviluppo del CT si localizzano dove è più forte l’offerta turistica convenzionale e - nella Regione oggetto di studio - nelle aree interne, dotate di attrattive paesaggistiche, enogastronomiche, culturali fortemente distintive. Nei Sll a maggior grado di sviluppo è più denso l’uso della comunicazione on-line, anche se questa propensione è influenzata da variabili territoriali diverse da quelle che favoriscono il radicamento del CT, essendo molto probabilmente influenzata da fattori idiosincratici.


Keywords: Turismo countryside, Marche, caratteristiche territoriali, comunicazione on line.

Gian Luigi Corinto, Francesco Musotti, in "AGRICOLTURA ISTITUZIONI MERCATI " 2-3/2012, pp. 151-166, DOI:10.3280/AIM2012-002015

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche