Un confronto tra dittatura e democrazia. Alfredo Sánchez Bella, ambasciatore della Spagna franchista presso la Repubblica italiana (1962-1969)

Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO
Autori/Curatori: Javier Munoz Soro
Anno di pubblicazione: 2013 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 32 P. 7-38 Dimensione file: 137 KB
DOI: 10.3280/MON2013-003001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’analisi dei rapporti tra la Spagna e l’Italia negli anni Sessanta è interessante come case study della coesistenza tra dittatura e democrazia nel mondo contemporaneo: rapporti dettati spesso dalla realpolitik e dalla prevalenza degli interessi geo-strategici o economici, ma che devono tenere conto anche dei fattori culturali e ideologici. Nel tentativo di normalizzare la sua esistenza e presentarsi davanti al mondo come uno Stato di diritto, il regime di Franco arrivò a minacciare gli interessi economici italiani in Spagna e ricorse perfino ai finanziamenti segreti al Msi, alla stampa conservatrice e ad alcuni giornalisti. Alfredo Sánchez Bella, ambasciatore spagnolo presso la Repubblica italiana dal novembre del 1962 al novembre del 1969, si trovò a mitigare gli effetti negativi della politica repressiva della dittatura franchista nell’opinione pubblica e la mobilitazione di settori sempre più ampi della società italiana, dalla sinistra ma anche da un mondo cattolico profondamente diviso. Davanti alle grandi risorse politiche ed economiche degli Stati moderni, si dimostrò anche in questo caso la capacità di azione dei concreti attori sociali e l’efficacia della loro mobilitazione collettiva.

Javier Munoz Soro, Un confronto tra dittatura e democrazia. Alfredo Sánchez Bella, ambasciatore della Spagna franchista presso la Repubblica italiana (1962-1969) in "MONDO CONTEMPORANEO" 3/2013, pp 7-38, DOI: 10.3280/MON2013-003001